09/07/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Ai privati l'acqua del rubinetto: vediamo di impedirlo

Ai privati l'acqua del rubinetto: vediamo di impedirlo
Una campagna contro i provvedimenti governativi sulla privatizzazione dell'acqua

Il Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua lancia una campagna contro i recenti provvedimenti governativi volti alla privatizzazione dell'acqua


IL GOVERNO AFFIDA AI PRIVATI
LA GESTIONE DELL'ACQUA DI RUBINETTO.
Vediamo di IMPEDIRLO!

Il Governo il 10 Settembre 2009 approva il Decreto Legge 135/09 e con questo sottrae ai cittadini tutta l'acqua potabile di rubinetto, il bene più prezioso, per consegnarlo, a partire dal 2011, agli interessi delle grandi multinazionali e farne un nuovo business per i privati e per le Banche.
Se entro il 24 Novembre il Parlamento convertirà in legge questo provvedimento in Italia i Consigli Comunali, i Sindaci eletti dai cittadini saranno espropriati dalla gestione dell'acqua potabile che per legge sarà privatizzata e consegnata al mercato azionario.
Con questo provvedimento l'Italia unico caso in Europa, mercifica un bene essenziale alla vita di ogni essere vivente e consegna alle regole del mercato e del profitto la gestione di un diritto umano universale e annulla 400000 firme di cittadini italiani raccolte dal Forum Italiano dell'acqua su di una legge di iniziativa popolare.
Noi firmatari del presente Appello convinti che: L'acqua è un bene comune e un diritto umano universale. L'acqua è un bene da conservare per le future generazioni.

Chiediamo:
A tutti i Parlamentari di opporsi ad una simile decisione.
Che si impegnino per il ritiro di queste nuove norme che privatizzano l'acqua e di escludere il servizio idrico dai servizi pubblici locali di rilevanza economica riconoscendo l'autonomia di scelta agli Enti locali.
Ai Presidenti delle Regioni di presentare ricorso di costituzionalità contro l'Art.15 del D.L. 135/09 a tutela della autonomia degli Enti Locali sulla base del principio di sussidiarietà riconosciuto dalla Costituzione.
Agli Eletti nei Consigli Comunali di prendere posizione contro questo decreto e di assumere l'impegno ad inserire nello Statuto Comunale il riconoscimento dell'acqua come bene comune e diritto umano universale e dichiarando il servizio idrico privo di rilevanza economica.
Agli uomini e donne che operano nel mondo della cultura ai religiosi e ai Cittadini di far sentire il loro dissenso.
Il presente Appello con le firme raccolte sarà inviato anche al Presidente della Repubblica
e ai Presidenti delle due Camere

Ottobre 2009 - Appello a cura
Forum Italiano dei Movimenti per l'acqua (www.acquabenecomune.org)


Per aderire invia e-mail al Comitato Italiano Contratto Mondiale sull'acqua: info@contrattoacqua.it

Indicando : Nome e Cognome - Città di residenza - Qualifica Professionale


--------------------------------------------------------
Mercoledì 18 Novembre (ore 14.00)

Presidio sotto al Parlamento (Piazza Montecitorio)

in concomitanza con la discussione del decreto legge 135/09 presso la Camera dei Deputati.

Mobilitiamoci per impedire la conversione in legge del decreto legge 135/09!

Partecipiamo tutte e tutti al presidio!



Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua

Inserito martedì 3 novembre 2009


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5221775