25/01/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> L'acqua, forse il bene piu' prezioso: in Palestina...

L'acqua, forse il bene piu' prezioso: in Palestina...
Commento alla lettera di Alex Zanotelli


L'acqua, forse il bene piu' prezioso non soltanto per vivere ma anche per sopravvivere, rappresenta il 95% del peso massa e volume del nostro organismo alla nascita. La vecchiaia e la morte per vecchiaia altro non è, per sommi capi, che una morte per riduzione sotto il 65% dei liquidi acquei del nostro organismo. A dire: dobbiamo pagarci la sussistenza dopo essere stati messi al mondo, quando la nascita in condizioni umanamente accettabili è evento straodinariamente bello?

In Palestina, le riserve idriche dipendono anche dalla piovosità annua. Pochi sono i posti ove tali risorse sono perenni e contro ogni regola, contro ogni ragionevolezza, contro ogni libertà di autodeterminazione, Israele, avido di potere e con l'abuso di un potere che di umano ha ben poco, si è arrogato il diritto anche del controllo delle risorse idriche e della gestione della distribuzione delle medesime in evidente territorio che e' stato sancito essere della Autorità Nazionale Palestinese.

Un esempio ulteriore di quanto sia importante l'ACQUA. Che non soltanto dovrebbe essere di fruibilità per tutti in ogni dove, ma dovrebbe essere, sia pur nel rispetto di una sua corretta utilizzazione, assolutamente GRATUITA (vedi le speculazioni ignobili delle cosiddette acque minerali, eccetera eccetera). Un saluto e un augurio ad Alex per questa denuncia con invito ed ovviamente a tutti i lettori, dalla città di Gerusalemme.



Daniele Crotti, dalla Palestina

Inserito sabato 28 novembre 2009


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5467345