18/02/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> INFORMAZIONE: SOLIDARIETA’ AL GIORNALISTA ANDREA CHIOINI

INFORMAZIONE: SOLIDARIETA’ AL GIORNALISTA ANDREA CHIOINI
“Non si può sospendere la libertà di esprimere le proprie opinioni, soprattutto in un panorama radio-televisivo che riflette i sintomi di una democrazia malata”

"PROFESSIONISTA INDISCUTIBILE E CITTADINO LIBERO"

“La decisione della direzione del Tgr, pur trattandosi di una prassi aziendale in situazioni analoghe, finisce per aggravare, anche a livello
locale, un panorama radio-televisivo che riflette sempre di più i sintomi di una democrazia malata”.
Con queste parole Oliviero Dottorini, capogruppo dell’Italia dei valori in Consiglio regionale e presidente della commissione Bilancio e Affari istituzionali di Palazzo Cesaroni, commenta la decisione di sospendere dalla conduzione del telegiornale e del giornaleradio dell’Umbria, fino alle prossime elezioni, il giornalista Andrea Chioini (TgR Umbria), firmatario di un appello al voto a sostegno della candidatura dello stesso Dottorini alle prossime elezioni regionali.
“La censura delle trasmissioni di informazione ed approfondimento politico, la palese faziosità di alcuni telegiornali come il Tg1 di Minzolini – spiega l’esponente dell’Italia dei valori - sono segnali gravissimi di un sistema informativo e politico ormai alla deriva. Oggi con la scusa della par condicio si vuole mettere il bavaglio all'informazione negando ai cittadini il diritto di essere informati. Bisogna distinguere con chiarezza la capacità di un giornalista di far bene il proprio mestiere ed il suo diritto ad esprimere posizioni come privato cittadino, peraltro sancito dalla Costituzione. Una distinzione che per Andrea Chioini è stata sempre alla base di una professionalità indiscutibile con la quale ha saputo armonizzar l'impegno lavorativo con quello civico, di cittadino attento alle istanze ambientali, sociali, culturali della sua città e della sua regione”.
“Ad Andrea – conclude Dottorini - va la mia solidarietà e la solidarietà di tutti coloro che auspicano l'immediato ripristino di una informazione plurale ed indipendente, un informazione realmente rivolta ai cittadini, soprattutto quando fornita dal servizio pubblico”.

Perugia 6 marzo 2010



Oliviero Dottorini

Inserito domenica 7 marzo 2010


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5033932