25/05/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> "Che l'associazionismo non venga tirato per la giacca"

"Che l'associazionismo non venga tirato per la giacca"
Comunicato dell'Associazione InfarmaZone


á"Che l'associazionismo non venga tirato per la giacca": con queste parole Claudio Santi, presidente di InfarmaZone onlus, commenta le promesse elettorali di alcuni candidati che avrebbero dichiarato di voler devolvere, una volta eletti, tutto o una parte cospicua del proprio compenso ad associazioni e movimenti civici.
"E' un modo scorretto di fare pressione su movimenti che sono di fatto apartitici, movimenti concreti ed operativi che dovrebbero ricevere dalla politica una sponda istituzionale e non un fondo di garanzia. E' il vecchio e classico sistema di cooptare voti con promesse di finanziamenti e sostentamento economico. Promesse che sono tralaltro anche poco credibili in termini di percentuali propagandate (90-100%) visto che molti partiti giÓ chiedono ai propri candidati di versare una buona
percentuale del compenso per il funzionamento del partito stesso.Le variopinte realtÓ del volontariato umbro dovrebbero poter contare su un sistema politico nuovo nei modi, su una classe politica preparata, etica, onesta e vicina ai problemi della gente. Come InfarmaZone abbiamo percepita forte necessitÓ di scegliere con cura i rappresentanti che andremo ad eleggere invitando i nostri iscritti e gli iscritti alla nostra mailing list a selezionare candidati preparati ed onesti, politici capaci
di interpretare le esigenze diffuse della gente e capaci di fronteggiare nei prossimi mesi pericoli seri e concreti come la privatizzazione dell'acqua, il ritorno al nucleare, le norme che garantiscono e definiscono i diritti degli immigrati e le riforme sanitarie regionali. Per questi motivi l'ufficio di presidenza dell'associazione ha deciso di riconoscere l'importanza del lavoro svolto in questi anni dal consigliere uscente Dottorini attraverso le sue leggi a favore del commercio equo, dell'open source e degli acquisti eco-sostenibili. Di Dottorini - ha continuato
Santi- apprezziamo la coerenza e le battaglie, quando necessario anche solitarie, inádifesa dell'ambiente, dei diritti e dei beni comuni e ci sentiamo, come presidenza diápoter appoggiare e sostenere con convinzione la sua candidatura nelle file dell' Italiaádei Valori.



Claudio Santi presidente

Inserito sabato 20 marzo 2010


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5162329