02/04/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Scritte ingiuriose sull'autovettura di Oliviero Dottorini

Scritte ingiuriose sull'autovettura di Oliviero Dottorini
"Atto vile, non ci faremo intimorire" - La solidarietà di Bracco


“Ripresi gli slogan della nostra campagna elettorale. Nulla cambierà nel mio impegno politico e nel nostro progetto per un’Umbria migliore”

“Se l’intenzione era quella di intimidirci, hanno sbagliato indirizzo. Non sarà certo l’atto vile di chi non ha la faccia e le parole per affrontare un pubblico confronto che ci farà retrocedere dalla nostra battaglia a favore di una politica pulita, trasparente e concreta”. Il consigliere regionale Oliviero Dottorini, presidente della commissione Bilancio e Affari istituzionali di Palazzo Cesaroni, commenta così l’atto vandalico attraverso il quale nella nottata ignoti hanno ricoperto la sua autovettura di scritte ingiuriose apposte con una vernice spray.
“Il fatto che chi ha compiuto questo gesto vile abbia utilizzato gli slogan della nostra campagna elettorale – aggiunge l’esponente dell’Italia dei Valori - fa pensare ad un atto non di semplice vandalismo, ma con risvolti pseudo-politici. Il tutto è necessariamente avvenuto dopo le una e trenta della notte, ora in cui ho posteggiato nei pressi di Porta San Florido, di ritorno da uno dei tanti incontri della campagna elettorale. Oltre che conoscere la mia auto, l’autore o gli autori hanno atteso il mio ritorno per entrare in azione. Da parte mia considero incredibile dover registrare un simile imbarbarimento del confronto e garantisco ai cittadini che nulla cambierà nel mio impegno politico e nella linearità del nostro progetto per un’Umbria migliore: libera, concreta e di parola”.

Pronta la condanna da parte del presidente del Consiglio regionale dell'Umbria, Fabrizio Bracco, che ha espresso ''netta riprovazione e condanna'' per questo atto vandalico.

''Esprimo la più viva solidarietà al consigliere Dottorini - ha detto Bracco - sicuro di interpretare anche i sentimenti dell'Assemblea legislativa umbra. Siamo di fronte a un atto vergognoso, estraneo alla cultura e alla tradizione delle forze politiche umbre che hanno sempre vissuto il confronto politico e ideale nelle forme della civiltà e del rispetto democratico, anche nelle fasi più calde come quelle rappresentate dalla competizione elettorale''.




Inserito lunedì 22 marzo 2010


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5089801