18/02/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> pių di 4000 firme in Umbria nelle prime due settimane di campagna!

pių di 4000 firme in Umbria nelle prime due settimane di campagna!

Anche quest settimanasono state raccolte pių di  2000 firme per i referendum  contro
la privatizzazione dell'acqua a dimostrazione del fatto che il popolo umbro
vuole interrompere la gestione attraverso SPA e mandare a casa ACEA, SUEZZ e
CALTAGIRONE che oggi gestiscono gli ATI 1,2 e 4, e la trasformazione in azienda
speciale del gestore dell'ATI 3 di Foligno.
Una gestione privatistica che porta:
- all'aumento delle tariffe da un minimo del 20% ad un massimo del 60% nella
regione;
- alla remunerazione del capitale investito dai privati del 7% garantito per
legge che naturalmente grava sulle tariffe;
- alla mancanza da parte del privato degli investimenti necessari per la
manutenzione e la costruzione di reti idriche e depuratori (infatti sono tutti
con fondi pubblici);
- al mercato e  minori garanzie per i lavoratori del settore.
A tutto questo il popolo umbro dice NO! firmando per la terza volta!
Oggi per i  referendum, ieri per la proposta di legge d'iniziativa popolare e
per le proposte di delibere comunali di modifica degli statuti.
 Oggi il popolo umbro vuole la gestione  dell'acqua pubblica e partecipata e
lo chiede anche ai Consigli Comunali attraverso la modifica degli statuti, che
devono dichiarare il "servizio idrico privo di rilevanza economica", come
stanno facendo centinaia di comuni in Italia.
Corciano      660, Narni     100, Spoleto 129, Perugia 320, Orvieto 150,
Terni 150, Gubbio 360
Totale  Provincia Perugia 3199 e totale provincia di Terni 1249
Comitato Referendario Umbro "Acqua Pubblica SI"
Elisabetta De Persio (tel. 3337826433)
Referente regionale Forum Nazionale dei Movimenti per l'Acqua




Comitato Referendario Umbro Acqua Pubblica SI

Inserito giovedė 6 maggio 2010


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5033972