17/04/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> PAGHEREMO PER RESPIRARE

PAGHEREMO PER RESPIRARE
Un incontro sull'inquinamento ambientale e i danni per la salute

Si è tenuto l'8 maggio, presso la sede dell'Ordine dei medici, un incontro promosso dall'ISDE-Italia, l'associazione dei medici per l'ambiente, sull'inquinamento ambientale e i danni per la salute. Dati scientifici da far tremare i polsi sulla responsabilità dell'uomo nell'aumento dell'incidenza di certe malattie degenerative, come i tumori, soprattutto nei soggetti più deboli come i bambini. Quelli che con molta retorica chiamiamo "future generazioni" e poi trascuriamo di tutelare. Hanno parlato professionisti abituati a valutare dati scientifici, illustrati durante l'incontro, alcuni dei quali dimostrano come la qualità dell'aria può incidere sulla nostra salute. Quindi PM10, PM2,5, nanopolveri prodotte dal traffico veicolare, dalla combustione delle caldaie, o dagli inceneritori entrano direttamente nel nostro corpo senza trovare ostacoli depositandosi negli organi vitali. Noi c'eravamo perchè non crediamo che siano dei terroristi psicologici, come dicono i detrattori. Ma gli amministratori non c'erano e questo ci dispiace perchè fino a quando faranno gli struzzi, per ignoranza o per interesse non si potrà dire che amministrano nell'interesse della salute pubblica. Intanto apprendiamo che la Comunità Europea ha inviato il secondo e ultimo avvertimento scritto di provvedere a presentare un progetto nazionale per il risanamento della qualità dell'aria, visto che la cosa riguarda molte regioni, prima la Lombardia ma tra i bocciati c'è anche l'Umbria. Dopo saranno multe e dovremo pagare per respirare!

    



Anna Rita Guarducci, Presidente Legambiente Perugia

Inserito lunedì 10 maggio 2010


Commenta l'articolo "PAGHEREMO PER RESPIRARE"

Commenti

Nome: Angela Margaritelli
Commento: Questa nota di Lega Ambiente sottolinea un altro aspetto della carenza di pratiche partecipative realmente democratiche che fanno parte solo di un gergo politichese che ascoltiamo da tempo e non hanno riscontro nella realtà. Un altro aspetto del distacco tra politica e cittadini di cui ha grande responsabilità anche la nostra classe locale.

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5585681