16/01/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> No all'embargo a Gaza: la flottiglia della libertà

No all'embargo a Gaza: la flottiglia della libertà
Con il tenore Joe Fallisi, giovedi 1 luglio


L'incontro si terrà il 1 luglio 2010 a Perugia, alla Sala della Vaccara (Piazza IV Novembre), dalle 17 alle 20, con il tenore Joe Fallisi uno dei sei volontari italiani partecipanti alla Freedom Flotilla che porterà la sua testimoniana sull'aggressione israeliana. Comitato Perugia Palestina (costituito da varie associazioni umbre e forze politiche)

------------------------------------------------------

Joe Fallisi

Sulla flottiglia multinazionale di attivisti filo-palestinesi in navigazione verso la Striscia di Gaza con un carico di aiuti umanitari e assalita l'altra notte dalle forze israeliane c'era anche il tenore Joe Fallisi, rimasto illeso insieme agli altri volontari: Joe, tra l'altro anche attivista vegan per la liberazione animale, è stato arrestato essendosi rifiutato di rientrare in Italia.

Fallisi è molto conosciuto per la sua militanza anarchica e per il suo impegno a favore del popolo palestinese. Nel gennaio scorso aveva partecipato alla 'Gaza Freedom March' e aveva intrapreso uno sciopero della fame al Cairo contro le autorità egiziane che gli negavano il lasciapassare per la Striscia. All'agenzia online InfoPal, che pubblica notizie sulla Palestina, aveva scritto una lettera: «Carissimi, oggi è il nono giorno di sciopero della fame. Quel che sto facendo, per la libertà di movimento mia, ma soprattutto dei martiri palestinesi di Gaza, non è niente rispetto a quel che subiscono loro. Circondati ormai da due muri, tra poco non potranno più scegliere di non mangiare. saranno costretti a farlo».

Non era la prima volta che andava a Gaza, c'era già stato un paio di volte con la stessa associazione. Questa volta l'azione della marina israeliana ha colpito: ha puntato contro il convoglio Freedom Flotilla che si stava dirigendo verso la Striscia per forzare il blocco e portare aiuti umanitari. I militari hanno sparato contro una nave turca. Le autorità israeliane riferiscono di almeno dieci morti. In un primo momento si era parlato di 19 vittime. Decine i feriti. Insieme a Fallisi componevano la delegazione italiana anche una giornalista free-lance torinese, Angela Lano,l'attivista-reporter Manolo Luppichini (anche lui da noi conosciuto durante il g8 genovese), il fotografo e video-operatore free-lance Manuel Zani e due palestinesi (Tamim Abdel Jaber e Munim Qaraqedue) residenti in Italia e impegnati nel sociale.

"Sarò sulla Flottiglia della libertà. Direzione Gaza. Sarò con centinaia di attivisti e non potrei essere più felice" - ci ha detto Joe poche settimane fa, con il suo solito entusiasmo e coraggio -". Felicità spenta con le armi.




Inserito lunedì 28 giugno 2010


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5455036