26/01/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Affinché Adro non sia una scuola monocolore

Affinché Adro non sia una scuola monocolore
La scuola pubblica italiana è un bene di tutti COMUNICATO STAMPA

La scuola pubblica italiana è un bene di tutti e quanto accaduto ad Adro non può essere in alcun modo fatto passare sotto silenzio o nell’indifferenza generale.
Il nostro appello è prima di tutto al ministro Gelmini perché provveda a far rimuovere dalla scuola simboli di parte che nulla hanno a che fare con la scuola di tutti e per tutti.
E’ dunque ora di ripristinare la legalità e di ridare alla scuola il significato di luogo universale. 
La scuola è spazio di apertura, confronto, dialogo, crescita comune e deve restare estranea a “marchi di fabbrica” e strumentalizzazioni ideologiche.
Presto celebreremo il 150° anniversario dell’Unità d’Italia: una occasione dunque - nel   riaffermare i valori sanciti dalla  Costituzione - per esporre il tricolore: un atto simbolico per ribadire la centralità della nostra scuola pubblica e per  riappropriarsi di un bene di tutti.
 
CGD - Coordinamento Genitori Democratici
CIDI - Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti
AIMC – Associazione Italiana Maestri Cattolici
FNISM – Federazione Nazionale degli Insegnanti
MCE – Movimento di Cooperazione Educativa
Comitato Nazionale Scuola e Costituzione
Associazione Nazionale per la “Scuola della Repubblica”



Inserito sabato 18 settembre 2010


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5468395