27/05/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il parco fluviale del Tevere

Il parco fluviale del Tevere
Sul Tevere finalmente una parola di chiarezza dopo anni di chiacchiere al vento



COMUNICATO STAMPA: IL PARCO FLUVIALE DEL TEVERE

Sul Tevere finalmente una parola di chiarezza dopo anni di chiacchiere al vento

Dopo quasi trent'anni dal lancio del progetto di parco fluviale, subito abbracciato dall'allora amministrazione, con il primo assessore all'ambiente Caterina Romizi e il sindaco Casoli, sappiamo che la regione dell'Umbria non ha ancora effettuato "un reale riconoscimento negli strumenti urbanistici regionali come parco fluviale". Come dire che a tutt'oggi il parco fluviale, malgrado le ripetute affermazioni più o meno opportunistiche, esiste solo nella realtà virtuale.

Fa bene, quindi, il sindaco a chiedere l'istituzione di "un tavolo tecnico-interistituzionale sulle complesse tematiche che riguardano il Tevere". Al quale non sarebbe male, però, ammettere anche il Circolo di Legambiente nell'ambito del quale nacque la prima idea.

Terremo caro l'articolo del giornale per verificarne l'osservanza alla fine dell'attuale consiliatura e nel caso ne chiederemo conto al sindaco.

Intanto ci preme sottolineare che le macroarginature sono un controsenso e servono solo ad alimentare la speculazione edilizia. E vanno tenuti presenti alcuni adempimenti di lunga lena, come la delocalizzazione delle industrie a rischio (in primis la distilleria) e la pubblicizzazione dell'ansa degli Ornari, vero cuore pulsante dell?intero progetto.

29 Settembre 2010



Anna Rita Guarducci, Presidente Legambiente Perugia

Inserito lunedì 4 ottobre 2010


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5164536