15/08/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Inceneritore: l'incontro tra cittadini

Inceneritore: l'incontro tra cittadini
Esperti, relatori, cittadini in un appassionante confronto sui rischi dell'inceneritore per la salute e soprattutto per la democrazia


Cva di Ponte Valleceppi, 29 ottobre.

Ecco alcune immagini dell'incontro tra cittadini, molto partecipato per numero di presenti, per l'apprezzamento per le relazioni introduttive, per il numero e la qualità degli interventi nel dibattito, cui è stato lasciato un tempo abbastanza ampio.

L'incontro è stato coordinato da Andrea Chioini, giornalista della Tgr Rai per l'Umbria.

Ha aperto la serata  Roberto Pellegrino, biologo presso il Dipartimento di Chimica dell'Università di Perugia, che ha lavorato alla gestione e al controllo di discariche, di impianti di depurazione delle acque, di impianti a biogas sia civili che industriali, e dal 2009 è segretario del Movimento Perugia Civica, che ha trattato La questione rifiuti in Umbria.

Sugli aspetti istituzionali della partecipazione dei cittadini nei processi decisionali ha parlato Michele Pietrelli, specialista di analisi e sviluppo software, che è uno dei fondatori del gruppo Amici di Beppe Grillo di Perugia e del Movimento Cinque Stelle, e organizza incontri e convegni pubblici sull'inquinamento ambientale e sulla gestione dei Rifiuti.

L'aspetto medico e sanitario della questione, con una relazione su Trattamento termico dei rifiuti e rischi per la salute, è stato affrontato da Giovanni Vantaggi, medico di base e medico per l'Ambiente esperto delle conseguenze alla salute dei processi di combustione, coordinatore e Referente per l'Umbria di Isde-Italia (International Society of Doctors for the Environment), coautore della monografia  "Gestione dei Rifiuti e Rischi per la salute" (Ed. Medico Scientifiche).

Invece l'aspetto più propriamente scientifico e tecnico è stato illustrato, con la relazione I rifiuti e il labirinto delle energie, da Claudio Santi, docente di Metodi Fisici in Chimica Organica, impegnato per conto dell'associazione InfarmaZone onlus in progetti di comunicazione e divulgazionine scientifica rivolti soprattutto al rapporto tra sviluppo sostenibilità e salute.

Emma Contarini, avvocato libera professionista, formata in diritto ambientale, che affianca le associazioni ambientaliste ed i comitati locali nelle loro battaglie legali, ed è coordinatrice del Centro di Azione giuridica di Legambiente in Umbria, ha trattato il tema Rifiuti e criminalità: Rapporto Ecomafie 2010.

Dopo tante inquietanti comunicazioni, che hanno illustrato con grande chiarezza espositiva e abbondanza di dati la vera natura dell'affare inceneritore, uno spiraglio di speranza si è aperto con l'applaudito intervento sul Comune di Capannori: senza discarica, senza inceneritore e... senza rifiuti, tenuto da Alessio Ciacci, assessore all'ambiente e partecipazione del comune di Capannori (LU) dove ha promosso l'adozione della strategia "Rifiuti Zero entro il 2020", senza discariche e inceneritori.

Si è quindi aperto il dibattito, con una quindicina di interventi. Tra di essi, ricordiamo Anna Rita Guarducci di Legambiente, Antonella Pulci del Wwf, Jacopo Manna di Sinistra critica, Renzo Zuccherini di Perugia civica e della Tramontana, Emiliano Pampanelli consigliere comunale di Rifondazione, Elisabetta De Persi del Comitato umbro Acqua pubblica, l'assessore Lorena Pesaresi, Luigino Ciotti del Circolo Primo maggio, e tanti altri.

E' stata letta una lettera, piuttosto critica, di Karl-Ludwig Schibel.

In conclusione, si è ribadito che l'iniziativa di Ponte Valleceppi deve esser considerata l'inizio di un impegno di informazione e mobilitazione nei quartieri, nelle piazze, nei mercati, su cui si impegnerà il coordinamento delle 14 associazioni riunite in CITTADINI IN RETE.





Inserito sabato 30 ottobre 2010


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5267928