24/01/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Sentieri d'autunno: questo fine settimana, da due diventano tre

Sentieri d'autunno: questo fine settimana, da due diventano tre
Sabato 13 e Domenica 14 novembre


Vi invitiamo alle due prossime passeggiate di Sentieri d'autunno con un'offerta speciale questo fine settimana, per cui da due diventano tre:
 
Sabato 13 novembre ore 9.00 - Ritrovo e partenza presso il parcheggio del cimitero di Pietrafitta.La passeggiata di circa due ore e mezzo si snoda fra i boschi, toccando i ruderi di un antico convento francescano del XIII secolo. Al termine degustazione di olio nuovo presso il frantoio Peltristo.
 
Domenica 14 novembre ore 9.00 - Ritrovo presso l'azienda bio-agrituristica Torre Colombaia (raggiungibile percorrendo la strada che da Bagnaia porta a San Biagio della Valle). Passeggiata all'interno dell'area del Bosco Sereni. Al termine pranzo presso la stessa azienda biologica (€18)
Per il pranzo si prega di prenotare entro sabato mattina alle 11.00.
Per prenotazioni e delucidazioni:
graziano_vinti@libero.it   tel 3494642484
 
Domenica 14 novembre ore 8,30 - Ritrovo nella piazza di Bastia Umbra, davanti alla chiesa. Nella Giornata Mondiale del Diabete organizziamo una speciale escursione che prende l'avvio da Bastia Umbra e va verso Assisi seguendo il bel percorso verde lungo il torrente Tescio. Si arriva alla basilica di S. Francesco (in piazza il C.U.R.I.A.M.O. organizza alcuni stands dove sarà possibile fare controlli della glicemia, composizione corporea, ricevere consigli nutrizionali, ecografie tiroidee a cura dell'Associazione La Lumaca). Da Assisi si scende quindi a S. Maria degli Angeli lungo la Mattonata per proseguire verso Bastia riprendendo un tratto del percorso fluviale. La passeggiata è lunga circa 12 km e si concluderà intorno alle ore 12,30.
Per informazioni:
ermete.romani@gmail.com tel 3471148395


 
Senza titolo                              

Perché con occhi chiusi?

Perché con bocca che non parla?

 

Voglio guardarti, voglio nominarti.

Voglio fissarti e toccarti:

 

Mio sentirmi che ti parlo,

Mio vedermi che ti vedo.

 

Dirti – sei questa cosa hai questo nome.

Al canto che tace non credo.

 

Così in me ti distruggo.

Non sarò, tu sarai:

 

Ti inseguo e ti sfuggo,

Bella vita che te ne vai.

Giovanni Giudici




Inserito martedì 9 novembre 2010


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5002377