16/02/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> È necessario un rigoroso rispetto delle regole

È necessario un rigoroso rispetto delle regole
Sicurezza sul lavoro: monito di Confartigianato e Cna di Perugia Perugia, 29 ott (Avi News) - “È necessario un rigoroso rispetto delle regole in materia di impianti termici, soprattutto ora con l’arrivo della stagione invernale”. Questo il monito di Confartigianato Impianti e Cna Unione Impianti di Perugia, che hanno sottolineato la necessità di sottoporre a controllo periodico gli impianti termici e bruciatori installati in case ed uffici, e che, a questo proposito, ogni anno realizzano delle attività di promozione volte ad una corretta informazione dei cittadini. “Ancora troppi decessi – ha dichiarato Gianfranco Alunni della Cna Unione Impianti – si registrano, ogni anno, a causa di una scarsa manutenzione dell’impianto, che deve essere regolarmente controllato da un tecnico abilitato ai sensi del D.M. 37/08”. All’appello di Alunni si affianca quello di Gianfranco Barlozzi, presidente della Confartigianato Bruciatoristi, secondo cui “i controlli sono essenziali per il corretto funzionamento dell’impianto. Non dimentichiamo inoltre – ha proseguito Barlozzi - che un impianto efficiente e perfettamente mantenuto permette un risparmio notevole sul consumo di gas combustibile”. “Questo è purtroppo ignorato dalla maggior parte degli utenti – continua il presidente della Confartigianato Bruciatoristi - che pensano di risparmiare i soldi della manutenzione, quando ne buttano via più del doppio per scarsa efficienza energetica”.  A dare man forte a Confartigianato e Cna, informano le stesse associazioni di categoria, “anche il piano di controllo elaborato e messo in atto annualmente da Province e Comuni sopra i 40.000 abitanti, (tranne quello di Perugia dal quale si aspetta un segnale da oltre 10 anni), che lavorano costantemente per garantire efficienza e sicurezza”. “Le recenti normative – concludono Cna e Confartigianato - D.L.192/2005 e successivo D.L 311/2006 hanno delegato la materia energetica alle Regioni che stanno legiferando in tempi diversi ed in ordine sparso. L’Umbria, invece, senza nessun apparente motivo oggettivo, sta purtroppo temporeggiando su questa importante materia”.



Inserito giovedì 30 ottobre 2008


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5032407