22/01/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Avete chiamato Miss Italia e il principino al 150°? dovreste chiedere scusa ai Perugini

Avete chiamato Miss Italia e il principino al 150°? dovreste chiedere scusa ai Perugini
In questa città che ha registrato uno dei più sanguinosi martìri proprio per l'unità d'Italia, come vi è venuto in mente di promuovere una celebrazione tanto importante con delle presenze così stonate?

Al Presidente della Provincia ed all'Assessore provinciale alla cultura

Vi ringrazio dell'invito che mi avete mandato per la celebrazione del 150° anniversario dell'istituzione della Provincia dell'Umbria e dell'Unità d'Italia, e vi ringrazio quindi di aver voluto anche me a presenziare una manifestazione così importante.
Sfortunatamente non ho potuto partecipare agli avvenimenti previsti, ma avevo letto il programma della manifestazione per scegliere l'evento per me più interessante, più consono, per poi decidere per l'abito più acconcio.
Ma ho letto bene che avete deciso di conferire il titolo di Madrina del 150° (ma che titolo è? e di chi è stata questa invenzione sagace?) a Miss Italia? E che poi avete scoperto il busto restaurato di Vittorio Emanuele II alla presenza di uno degli ultimi rampolli della casata Savoia, Emanuele Filiberto, quel giovane aitante e intelligente che mostra di trovarsi così a proprio agio tra i lustrini delle ballerine e i cantanti dei festival televisivi della sua "adorata patria" (sua citazione)? Se ho letto bene, come credo, mi piacerebbe sapere come vi è venuto in mente? Come avete fatto, cioè, in questa città che ha registrato uno dei più sanguinosi martiri proprio per l'unità d'Italia - quel martirio che ogni anno andate a celebrare in pompa magna con discorsi e corone - a sognarvi di promuovere una celebrazione tanto importante con delle presenze così stonate, dei personaggi così fuori luogo, una giovane bellezza che abbiamo apprezzato in mutande e un saltimbanco regale buono per Sanremo e il suo Pupo? Io penso solo che dovreste chiedere scusa ai Perugini e anche a chi, come me, ha scelto questa città per abitarvi e crescere i propri figli. Chiedere scusa per essere scesi così in basso mischiando la Storia con la cronachetta, il sangue con le paillette, la celebrazione di una unità oggi così pericolosamente messa in questione e la ricerca cialtrona di un consenso facile facile.
E' stato questo, ora ve lo posso confessare, il motivo per cui ho deciso di astenermi dal presenziare a questi eventi, ma ci tenevo comunque a spiegarvene i motivi e tutta la mia indignazione. Anche se so che non servirà a nulla, nulla vi farà recedere da altre iniziative simili e nessuno sentirà il bisogno di rispondere ai cittadini di cotanto oltraggio. Lo sappiamo, lo abbiamo imparato che le scelte del Palazzo, o del palazzetto che voi temporaneamente abitate, insegue solo il consenso di chi quotidianamente appaga gli occhi sullo schermo televisivo ascoltando le scempiaggini che vengono da lì propinate. Però non ci chiedete più, per favore, perché in questo Paese avvilito continua a vincere Berlusconi. Noi lo sappiamo bene perché: perché anche voi non perdete mai l'occasione di andare a scuola da lui, cercando di copiare dai suoi scolari più bravi.
Grazie, e complimenti veramente!
Distintissimi saluti, ma proprio distinti


Università degli Studi di Perugia



Roberto De Romanis

Inserito sabato 18 dicembre 2010


Commenta l'articolo "Avete chiamato Miss Italia e il principino al 150°? dovreste chiedere scusa ai Perugini"

Commenti

Nome: andrea chioini
Commento: La Tramontana è uno scrigno della memoria da cui attingere continuamente: ho recuperato le valutazioni di Roberto De Romanis (complimenti!) a proposito di "missitalia" e del "principino" di casa Savoia, invitat* come ospiti d'onore per i festeggiamenti del 150° anniversario della Provincia di Perugia (nata insieme al Regno d'Italia)... Per cortesia visualizziamo i nomi del presidente e dell'assessore..ssa alla cultura del tempo! Magari capiremo chi sarà il prossimo candidato del centro sinistra alla presidenza della Regione Umbria

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5463631