23/02/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Francesco e Benedetto nello Statuto della Provincia?

Francesco e Benedetto nello Statuto della Provincia?
Cambiate la politica, poi ne riparliamo. E lasciate che siano anche i cittadini a decidere che cosa mettere nei loro statuti


(N.d.R.): Il presidente riceve la visita di monsignor Paglia della Ceu e ne approfitta per l’annuncio. Mossa di Guasticchi: subito i santi nella massima charta provinciale.

A me va benissimo, ho buoni rapporti con tutti e due. Ma prima  alcune rinunce indispensabili per i proponenti. Ne cito solo alcune: non mandare i ragazzini a morire in guerra per poi dire in Chiesa che sono morti da eroi per  la pace. Non andare a caccia.  Spogliarsi di tutti i beni personali (e magari non di quelli della collettività). Non continuare a distruggere la natura nei modi e per gli obiettivi più diversi .

Costruite fabbriche e posti di lavoro, magari senza distruggere l’ambiente e chi vi lavora, e poi ne riparliamo. Cambiate la politica internazionale, e poi ne riparliamo. Cambiate la politica nazionale, e poi ne riparliamo. Adottate bambini e non presepi. Poi ne riparliamo. E, quando tutto questo sarà fatto, lasciate che siano anche  i cittadini a decidere che cosa mettere nei loro statuti.



Maria Pia Battista

Inserito venerdì 7 gennaio 2011


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5039184