03/04/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Gli effetti degli erbicidi per la manutenzione stradale

Gli effetti degli erbicidi per la manutenzione stradale
La discussione in prima commissione consiliare permanente della Provincia

E' stato discusso in una riunione della prima commissione consiliare permanente della Provincia di Perugia, presieduta da Massimiliano Capitani, un ordine del giorno sulla "manutenzione del bordo stradale lungo le strade provinciali."L'Odg, presentato dal consigliere dell'Idv Franco Granocchia unitamente a Giampiero Fugnanesi del PdCi e a Giancarlo Carocci del Fdu, metteva in rilievo le proteste di numerosi cittadini in seguito allo spargimento di un erbicida che era stato usato per eliminare i vegetali infestanti e per ritardarne la crescita. Durante l'incontro c'è stata anche l'audizione di Marco De Polis, responsabile manutenzione Anas del compartimento per la Viabilità dell'Umbria. L'assessore alla Viabilità Domenico Caprini ha spiegato che il taglio dell'erba è necessario perché permette anche una maggiore sicurezza nelle strade.
"Abbiamo acquistato di nuovo la sostanza – ha aggiunto l'assessore – e in primavera rifaremo la disinfestazione, rispettando i criteri previsti dalle norme ambientali, anche in materia di limiti spaziali. Invito comunque i cittadini a non coltivare orti lungo le strade, è una zona inappropriata, anche perché soggetta agli scarichi inquinanti delle automobili. Non imputo all'Anas i problemi rilevati, probabilmente ha fatto uso di ditte private che hanno un po' esagerato nell'utilizzo di questa sostanza."
De Paolis ha affermato che i diserbanti sono totalmente approvati dal ministero della Salute.
"L'uso è vietato vicino ai corsi d'acqua e non ci deve essere vento – ha spiegato l'ingegnere dell'Anas – abbiamo avuto comunque diverse critiche e quindi è innegabile il fatto che sia stato fatto un uso non attento del prodotto dalle ditte appaltatrici. Comunque, con le disponibilità economiche che ci sono oggi, non si può pensare più ad usare solamente i mezzi meccanici."
Il consigliere di Fli Valerio Bazzoffia è intervenuto spezzando una lancia in favore delle ditte private:
"Probabilmente ci vuole più informazione – ha aggiunto – per l'uso degli antigerminativi e ci vuole una grande accortezza sulle aree da trattare. Per non far vedere l'ingiallimento del manto, si potrebbe pensate per certi tratti stradali anche all'uso di erba sintetica."
Soddisfatto dell'incontro il consigliere Granocchia, che ha ritenuto sia stato compreso in pieno lo spirito dell'incontro:
"In futuro ci sarà da fare una mappatura più accurata e ci vorrà più attenzione sulle aree da trattare. L'Umbria è particolare come zona – ha aggiunto il consigliere Laura Zampa del Pd – va mantenuto un alto livello paesaggistico. Ci vuole molta cura nel coordinamento dei lavori nei bordi stradali – ha concluso – usando, al limite, anche il materiale sintetico per non mostrare l'erba ingiallita."
Michele Martorelli del Pdl ha spiegato che ogni amministrazione sa quanto sia ogni anno problematico il taglio delle infestanti
"Importante è quindi comunicare ai cittadini quando saranno fatti i trattamenti e spiegare loro come si devono comportare per evitare la pericolosità."
Contrario all'uso dei diserbanti il consigliere Evian Morani:
"Il loro uso rappresenta un serio problema – ha aggiunto – e l'impatto paesaggistico con la striscia gialla di erba bruciata è veramente brutto: manca la cultura del decoro stradale."
Dello stesso parere il consigliere Carocci perché
"Le strade sono il primo biglietto da visita di un territorio."

Provincia di Perugia, Martedì 25 Gennaio 2011




Inserito giovedì 27 gennaio 2011


Commenta l'articolo "Gli effetti degli erbicidi per la manutenzione stradale"

Commenti

Nome: Maria Pia Battista
Commento: Cara Dorotea, non ti conosco, però mi sento di voler rispondere alla tua ultima invettiva, quella contro il Sindaco Boccali, perchè noto sempre molto astio nei tuoi interventi. Il nostro ordinamento è costruito in modo tale da non permettere ( tranni casi eccezionali) alcuna scelta personale, neppure del Sindaco, di quello di ieri e di quello di oggi. Le responsabilità sono sempre collettive, politiche o amministrative che siano. Anche io non condivido da anni molte scelte che sta facendo il Comune di Perugia,e, quando posso, cerco di far sentire la mia voce (quasi mai ascoltata). Però non mi sono mai permessa di offendere o insultare le persone. Perchè non provi a farlo anche tu? E con questo ho chiuso. Maria Pia Battista

Nome: Dorothee
Commento: Leggo l'intervista fatta a Boccali dal National Geographic. Parole dette da chi ha vissuto la propria infanzia malamente e in seguito come schiavo della politica per migliorare il suo status. Altresì se il suo precedente PADRONE avesse optato per il sistema navetta, sistema utilizzato da tutti gli aereoporti internazionali che realmente trasportano milioni di passeggeri e non quelle poche migliaia che trasporta il minimetro di Perugia, oggi il comune stesso avrebbe sistemato le strade che a dir poco somigliano alle strade delle città del medio oriente dove ci sono le guerre. Cosa dovrei dire in merito? lascio a voi lettori il giudizio!

Nome: Maria
Commento: Per Dorothee: vai alla home page del N.G. e trovi la notizia sotto la voce Italia, dopo la voce Paleontologia e dicci cosa ne pensi.

Nome: Dorothee
Commento: A Maria: certo che ho tentato di andare sul sito National Geographic, ma dove? Lo puoi indicare? Grazie

Nome: Maria
Commento: Sono dell'avviso che in questa nostra Umbria il coraggio per fare scelte rispettose dell'ambiente sia oramai latitante! Non vedo il problema, perché non lasciar crescere le infestanti, magari circoscrivendole con altri mezzi, sassi, pacciamature vegetali e altro, insomma "far di necessità virtù", questa si che sarebbe una bella novità da esportare e farci conoscere in un modo più civile! Invece vi invito a visitare il sito del National Geographic, andatevi a vedere cosa dice il nostro sindaco su minimetro' e su Perugia ...

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5090994