22/01/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Sempre a sognà quil sogno, sempre quillo

Sempre a sognà quil sogno, sempre quillo
La Suntina d'Italia invita a cena...

Sorelle d'Italia


 Sorelle mie

che siete scese 'n campo
quanno che Italia nn'era che 'n pensiero
pei più forse soltanto 'na speranza,
pe' qualcun altro solo 'na parola
che descriveva al più la geografia.

E 'nvece vo' c'avete messo 'l core
e 'l corpo a lottà pe' 'n cambiamento
che adesso stemo a di'  Risorgimento
ma a qui tempi era amore, era coraggio
era voja d'arbulticà la vita.

Sorelle mie, io l'so come stevamo,
perché a qui tempi c'ero pure io:
la Suntina, fija de Bartoccio e de la Rosa,
'na famija de l'Umbria teverina,
ragazza popolana, a lottà 'nsieme,

 e a fa' le barricate, nco' le donne
 più colte  e più educate, 'ndua era era:
 - e pazienza si n' le dico tutte 'n fila -
a Milano, a Venezia, e pu' a Torino,
a Napoli, a Marsala, e – si me scusate 'l termine -

a Milazzo, prima a Velletri, pu a porta
San Pancrazio, a Roma, co' la Colomba
porella che c'è morta, co' la Cristina,
co' l'Enrichetta di Lorenzo Pisacane,
co' Giulia Calame a dirige j'ospedale

e co' quil'altre romane d'ogni sorta:
le beghine de la curia papalina
le puttane di borghi e le giudìe.
Tutte donne che c'evono 'n pensiero
tramutato in scommessa pe' la vita

e 'nseguìto come 'na promessa
de libertà  e riscatto, d'armonia
fino al tempo de adesso: Io sono mia!

 Perché noaltre, sorelle de st'Italia
è per quisto che avemo combattuto

e c'erevamo a Perugia 'l XX giugno
e a sfonnà l'muro e entrà pe' Porta Pia
sempre a sognà quil sogno, sempre quillo
e siccome che allora nn'è bastato
pe' quisto stemo a sbattece anco adesso.

Sorelle mie, che l'Italia nun s'è desta
 e j'italiani ancora s'on da fa'
a meno de pensà che sta masnada
de puttanieri ruffiani e sagrestani
sono 'l meglio che c'è come italiani.

No, nn' è possibile rassegnasse a quisto,
dete retta ta me, ta la Suntina:
facete strada ta le donne, tutte
che da allora nun se so' fermate mai

e 'n mezzo al petto je batte quil pensiero
d'arbulticà la vita tutta 'ntera,
pe' loro sì, ma  certo anco pi   maschi
si ce stonno a cambià drento, no fora.

Dete retta ta me, ta la Suntina,
ch'è 'na ragazza semplice e de core,
ma come tutte le sorelle de l 'Italia,
oltre che 'l core, c'ha la testa fina.

Suntina d'Italia

l'associazione onlus
Rete delle donne AntiViolenza
vi invita all'iniziativa

                                   Sorelle d'Italia

        Sabato 26 Febbraio 2011, presso la sede dell’Ass. Vivi il Borgo in Corso Garibaldi n. 136 
Programma  della serata :
ore 18                    Le donne del Risorgimento: da icone della Patria a ... Madri della Matria       
Proiezione di un video, a seguire confronti e dibattito                                                                                                                                                                                

ore 20,30    Cena di sottoscrizione
Menù :
- Ouverture alla Belgiojoso  (Crostini di cavolo toscano, Crostini di ricotta profumata, Affettati misti)
- Minestra della Spigolatrice    (Zuppa di farro)                                                                                                          
- Sorelle d’Italia  (Fantasia di Farfalle saporite)
- Maresciallo Radetzky  (Arrosto di maiale)                                                                                                                                                   
-  Frittata del XX Giugno (Tortino di carciofi )
-  Contorno tricolore   (Purea di carote e patate, e insalata mista)                                                                                                                         
- Dolci delle Sorelle e Vino inclusi nel prezzo.                              
        Il tutto cucinato con passione e sapiente maestria ed offerto alla modica cifra di 16.00 € a testa.
Per aderire alla cena è necessario prenotarsi ai numeri -Primo 340 28 31 959 - Annalena 3402497259 non oltre lunedi 21.                                                                               
                               Per motivi organizzativi è necessario aderire solo se si è sicuri/e della partecipazione.



Silvana Sonno


Inserito venerdì 25 febbraio 2011


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5000139