22/01/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> IL 50° TOUR ITALIANO DI PAUL CONNETT IN APRILE/MAGGIO

IL 50° TOUR ITALIANO DI PAUL CONNETT IN APRILE/MAGGIO
UN’OCCASIONE PER PROMUOVERE IN TUTTA ITALIA LA STRATEGIA RIFIUTI ZERO.

 

Dal 27 aprile al 7 maggio si svolgeranno varie iniziative in tutta Italia per CELEBRARE il cinquantesimo tour di Paul Connett in Italia. Gli appuntamenti saranno un’occasione formidabile PER RACCONTARE UNA STORIA VINCENTE CHE DURA ORMAI DA 15 ANNI che ha portato a diffondere il “verbo” di rifiuti zero in ogni angolo d’Italia. Per l’occasione saranno organizzati due appuntamenti di valenza nazionale A CAPANNORI dove verrà organizzata UNA FESTA RIFIUTI ZERO PROPRIO IN OCCASIONE DEL PRIMO MAGGIO e a TRAPANI dove il professore sarà il 7 maggio all’interno di una serie di iniziative a favore della sostenibilità ambientale. Connett, inoltre sarà a MONSANO (AN) il 29-30 aprile per partecipare anche all’Osservatorio rifiuti zero istituito dal Comune il cui sindaco è GIANLUCA FIORETTI anche presidente dell’Asssociazione del Comuni Virtuosi. Il professore poi sarà A PORTICI e nell’area napoletana ed in Sicilia dove tra Catania e Palermo avrà un intenso calendario di incontri tra i quali spiccano quelli organizzati dai Comuni di MARINEO e di COLLESANO, i primi ad aver assunto ufficialmente la strategia rifiuti zero in Sicilia. Connett sarà proprio li’ in provincia di Palermo il 6 maggio. Il giorno precedente sarà a CATANIA.

 

DOPO L’INCONTRO CON AIIPA E LAVAZZA GLI IMPEGNI EUROPEI DEL CENTRO DI RICERCA RIFIUTI ZERO DEL COMUNE DI CAPANNORI

 

Dopo l’incontro del 23 febbraio svoltosi presso l’Innovation Center della Lavazza a Torino in cui una nutrita delegazione di AIIPA (gli industriali del settore alimentare) si è incontrata con una delegazione congiunta del Comune di Capannori e del Centro Ricerca rifiuti Zero (Assessore Alessio Ciacci, Rossano Ercolini, Luca Roggi, Marina Vidakovic, Pietro Angelini, Roberto Cavallo) con la presenza di Gianluca Fioretti presidente dell’associazione dei Comuni Virtuosi si preparano altri importanti appuntamenti da parte del Centro di Ricerca rifiuti zero. Ancora sull’incontro di Torino, per sintetizzare il quale sarà l’Ufficio stampa del Comune di Capannori a diramare un comunicato sulle prospettive concordate, occorre richiamare l’ASSOLUTA NOVITA’ DEL TAVOLO che, forse per la prima volta in Italia, ha visto un confronto tra rappresentanti delle amministrazioni pubbliche, di associazioni di “semplici” cittadini e delle imprese dibattere il NODO DELLA RESPONSABILITA’ ESTESA DEI PRODUTTORI cosi’ cruciale nell’applicazione della strategia rifiuti zero a partire dalla questione delle “capsule per il caffè” sollevata appunto dal Centro Ricerca Rifiuti Zero con uno specifico “caso studio” (vedi www.ambientefuturo.org o www.rifiutizerocapannori.it)  

 

INTANTO Delegazioni del Centro Ricerca sono state invitate a partecipare a due incontri di valenza europea: uno previsto per il 4 marzo a BARCELLONA dove Comuni, associazioni ed Università si confronteranno sulle prospettive di rifiuti zero in CATALOGNA dove oltre 60 comuni superano ormai il 60% di RD e dove Rossano Ercolini è stato invitato a presentare proprio il “caso Capannori” a partire dall’esperienza del Centro Ricerca Rifiuti Zero; l’altro previsto il 14 marzo a BRUXELLES promosso da GAIA EUROPA e dall’EEB (European Environment Bureau) dove la delegazione italiana costituita da Patrizia Lo Sciuto, Riccardo Pensa e Rossano Ercolini è stata invitata a presentare il “caso italiano” con gli attuali 22 COMUNI CHE HANNO ORMAI ADERITO ALLA STRATEGIA RIFIUTI ZERO rappresentando circa 400.000 abitanti. Vedi mappa ed elenco su www.ambientefuturo.org 

 

 

 

PIENA RIUSCITA DELLO WORKSHOP SU RIFIUTI ZERO DEL 19 FEBBRAIO ALL’INTERNO DEL “VILLAGGIO SOLIDALE” SVOLTOSI A LUCCA

 

Il VALORE SOLIDALE di Rifiuti Zero per volontà di ANPAS NAZIONALE e della FONDAZIONE VOLONTARIATO E PARTECIPAZIONE è “sbarcato” presso l’iniziativa del Centro Nazionale per il Volontariato. Il risultato scaturito è stato lo sforzo congiunto di promuovere una “stagione” di FORMAZIONE PER DIVULGARE IL 10 PASSI VERSO RIFIUTI ZERO.

Questo evento a cui hanno partecipato molti tra i massimi esponenti dei movimenti di volontariato (da ANPAS alle Misericordie) dimostra ormai che l’impegno a favore della messa in atto della strategia internazionale rifiuti zero (in alternativa a discariche ed inceneritori) non coinvolge soltanto una “ristretta nicchia” ma ATTORI ASSOCIATIVI molto rappresentativi della intera società civile. E’ forse il caso di dire che per la prima volta in Italia a partire dal basso e dai territori si arriva ad un coinvolgimento cosi’ diffuso ed ad una PRODUZIONE DI SAPERI cosi “popolare”e democratica. Non a caso la Fondazione Volontariato e Partecipazione in collaborazione con il Centro Ricerca Rifiuti zero di Capannori ha iniziato a “riflettere” sul “caso” affrontandolo in chiave non solo operativa ma anche di riflessione dando un segnale di grande vitalità sociale ed intellettuale. 

 

IN DIRITTURA DI ARRIVO LE PRIME VERTENZE PILOTA CONTRO I CIP 6

 

Ormai è iniziato il CONTO ALLA ROVESCIA per chiamare GSE (ENEL e gestori vari del settore elettrico) a render conto delle truffa miliardaria che ha portato nelle tasche di petrolieri e lobbisti dell’incenerimento un fiume di denaro. Il Collegio Legale di DIRITTO AL FUTURO www.dirittoalfuturo.it sta preparando l’atto giudiziale visto che la fase “stragiudiziale” (come prevedibile) non ha dato frutti. Appena possibile terremo informate le migliaia di cittadini che pur nel silenzio “tombale” della stampa (anche di “sinistra” ed “ecologista”) hanno aderito alla sfida lanciata ai colossi dell’energia pretendendo il rimborso del “maltolto”.

 

LA PRIMAVERA CHE STA ARRIVANDO APPARE RICCA DI EVENTI E PIENA DI ENERGIA PULITA VOLTA AL CAMBIAMENTO!

 




Rossano Ercolini, Fabio Lucchesi, Pier Felice Ferri

Inserito mercoledì 2 marzo 2011


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5463620