16/01/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Trovato il corpo senza vita di Vittorio Arrigoni

Trovato il corpo senza vita di Vittorio Arrigoni
I veri nemici della pace sono i fondamentalisti di tutte le parti. Non parliamo più di scontro tra Palestinesi e Israeliani: parliamo di scontro tra integralisti e pacifisti, di qua e di là dal Muro

 Il giovane cooperante italiano, collaboratore del Manifesto, icona del pacifismo a Gaza, da sempre amico del popolo palestinese del quale aveva sposato in pieno la causa tanto d’avere scelto di vivere nella striscia, condividendo in tutto le difficoltà degli abitanti di quel piccolo lembo di terra, era stato rapito ieri da un gruppuscolo estremista salafita che aveva proposto di barattarlo in cambio della liberazione di alcuni loro adepti detenuti nelle carceri di Hamas.

I rapitori, che avevano diffuso ieri un filmato che mostrava un Arrigoni con evidenti segni delle percosse subite, avevano dato un ultimatum fissando un termine di 30 ore per procedere allo scambio, non avrebbero dunque mantenuto il loro impegno. Termine che sarebbe dunque scaduto alle 16 di oggi, ore italiane.

Gli ultimi sviluppi del caso parlano di un blitz tentato dalle brigate Kassam di Hamas per liberare il cooperante italiano nel corso del quale due degli assalitori sarebbero rimasti feriti. Vittorio Arrigoni sarebbe stato ucciso dai suoi carcerieri che lo hanno soffocato prima di essere stati travolti.

L'apparato investigativo di Hamas aveva individuato un appartamento nel rione Karame di Gaza dove il nostro connazionale era tenuto prigioniero: da qui la decisione di tentare un'azione di forza per liberarlo, ma, evidentemente, qualcosa deve essere andato storto. Certo, comunque, che Hamas non confermerà  questa tesi.

Restano perciò molti punti oscuri su questa vicenda. Intanto le forze di sicurezza di Hamas hanno annunciato due arresti di persone che sarebbero implicate, non si sa se direttamente o come sostenitori, nel rapimento del nostro connazionale. Altri uomini vengono ricercati.

(questo articolo è tratto, con qualche modifica, da http://www.umbrialeft.it/)




Inserito venerdì 15 aprile 2011


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5455156