20/01/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Punti Impropri: Gli Spazi della Salute Mentale

Punti Impropri: Gli Spazi della Salute Mentale
Manifestazione regionale per la promozione della cultura della salute mentale, dal 6 all'8 maggio

COMUNICATO STAMPA


Perugia 5 maggio 2011 – In programma dal 6 all’8 maggio a Perugia la Manifestazione “Punti Impropri: Gli Spazi della Salute Mentale”, evento regionale di promozione della cultura della Salute Mentale promosso da Enti, Associazioni, Cooperative Sociali, Consorzi che operano nel settore.
L’iniziativa nasce dall’esigenza e dalla volontà dei soggetti quali le Cooperative aderenti al Consorzio Auriga, Cooperativa Actl, Casaligha, Cultura Lavoro, Il Quadrifoglio, Cipss, La Goccia, La Rondine, il Cerchio, Associazione Itaca, San Costanzo, il Forum del Terzo Settore e tante altre, di dar vita ad un evento culturale rivolto a tutta la cittadinanza, per promuovere la conoscenza di quello che oggi è la Salute Mentale.

La manifestazione, in programma da domani fino a domenica, avrà come palcoscenico l’intero centro storico di Perugia: in Corso Vannucci La Fotografia – alla Rocca Paolina I Mercati dell’artigianato – in Piazza Italia La Pittura – alla Sala dei Notari I Dibattiti e il Cinema – al Teatro Brecht di San Sisto Il Teatro – la Grifonissima per Lo Sport – alla Terrazza del Mercato L’Editoria – alla Casa dell’Associazionismo La Musica.
La manifestazione si apre alla Rocca Paolina, sala della Cannoniera, venerdì 6 maggio, alle ore 9, con la conferenza “Arte e Pazzia” a cura di Anna Belardinelli, cui farà seguito una lettura di poesie con tema inerente il disagio psichico a cura di Claudio Carini, con la partecipazione dell’Istituto di istruzione Superiore “A. Pieralli”. In contemporanea, in piazza Italia, giornata di pittura e scultura. Il pomeriggio, ore 16, apertura ufficiale con la tavola rotonda sul tema: “Salute mentale: Saperi e opportunità di una comunità che cambia”.
Nell’ambito dell’iniziativa verrà allestito il mercato dei prodotti artigianali realizzati all’interno dei servizi semiresidenziali e residenziali di Salute Mentale della Regione, uno spazio riservato alle Associazioni del territorio, una mostra delle opere realizzate il giorno dell’apertura, esposizione dei libri dell’Associazione Editori Umbri inerenti il disagio mentale.

Un evento di rete che ha come assunto il concetto di Punto Improprio ovvero, se il Punto Improprio è il punto all’infinito dove le rette parallele si intersecano, allora basta costruire Punti Impropri nella città perché la ricchezza di risorse, saperi ed opportunità di una comunità possano incontrarsi e generare nuovi spazi di benessere mentale.
La rete regionale delle Cooperative aderenti alla Lega delle Cooperative e a Confcooperative, in un rinnovato impegno sociale, hanno fortemente voluto un evento che coinvolgesse e convogliasse l’interesse positivo sulla Salute Mentale, che nasce dall’esperienza conseguita negli anni e maturata sui tavoli di lavoro condivisi con le associazioni, per valorizzare il patrimonio di conoscenze maturate dalle Associazioni di Familiari ed Utenti, dalle Società Cooperative di tipo “A” e “B”, dalle Scuole e dagli Enti Pubblici. In trent’anni di storia si è costruito un patrimonio culturale ed umano da valorizzare, attraverso la forte sensibilizzazione ed il coinvolgimento della comunità, per contrastare il disagio che si annida e trova nutrimento negli spazi della solitudine e per favorire la cultura dell’accoglienza e della solidarietà, per il pieno recupero della dignità delle persone. Il lavoro svolto fino ad oggi dai promotori ha consentito di rinsaldare un patrimonio importante,  sviluppato in epoca post manicomiale, fatto di esperienze e di realtà in cui l’Utente esce dai confini della malattia per riappropriarsi, grazie anche al lavoro, della sua dignità di uomo.

Il progetto s’inserisce inoltre  nel più ampio ed organico lavoro di promozione  dei diritti di cittadinanza che sostanziano il diritto di appartenere ad una comunità locale per tutti i cittadini  e che ha generato un movimento di opinione che ha portato la Regione Umbria a riconoscersi in alcune posizioni inerenti alle politiche della salute mentale, iscritte nel Piano Sanitario Regionale 2009-2011. Nel documento il contrasto allo stigma, riconosciuto  ancora oggi come prioritario, unitamente al valore della centralità delle Persona prima che Utente-Paziente ed altri concetti fondamentali come l’accoglienza,  la prossimità, l’inclusione, costituiscono un rinnovato impegno collettivo per l’assunzione di responsabilità  nella costruzione di sicurezza  e benessere sociali.

Per Informazioni sugli orari www.asad-sociale.it  - punti.impropri@asad-sociale.it  075/5991012- 329/6067201 – 3463886557 - Cooperative Consorzio Auriga




Inserito venerdì 6 maggio 2011


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4998254