19/01/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Perugia Civica vota SI ai 4 referendum del 12 e 13 giugno

Perugia Civica vota SI ai 4 referendum del 12 e 13 giugno
Il referendum è la principale forma di democrazia diretta, ciascuno si impegni per rompere il muro di silenzio


Comunicato stampa

Tra meno di un mese saremo chiamati a votare su quattro referendum che riguardano questioni importantissime per i diritti, l'uguaglianza e il benessere dei cittadini di oggi e di domani e i mezzi di comunicazione sembrano  ignorare questo appuntamento.
Il referendum è la principale forma di democrazia diretta, che permette a noi cittadini di esprimere le nostre posizioni senza la mediazione di quei partititi che sempre più sembrano concentrati nell'esercizio del potere e lontani dai problemi quotidiani delle persone. Per questo è assolutamente necessario che ciascuno si impegni per rompere il muro di silenzio che rischia di far naufragare il referendum per una banale mancanza di informazione.
• L'acqua è di tutti
L'esperienza italiana ed europea ci dice che dove l'acqua è stata privatizzata le tariffe sono aumentate ed il servizio non è migliorato. Anche il Comune di Perugia, se da un lato richiama le società partecipate al contenimento delle tariffe, dall'altro dichiara di voler diminuire le proprie quote di partecipazione, consegnando di fatto ai privati sempre maggior potere nella gestione dei servizi. Due SI ai referendum sull'acqua serviranno a scongiurare la privatizzazione del servizio idrico e a sancire che non si possono fare profitti sulla gestione degli acquedotti.
• Il nucleare non risolve i problemi energetici e ci espone a rischi gravissimi
Il governo giustifica la scelta del nucleare in nome di una maggiore autonomia energetica dell'Italia, ma l'Italia non ha giacimenti di uranio e quelli esistenti nel mondo sono destinati ad esaurirsi in pochi decenni come quelli di petrolio. Le recenti vicende del Giappone ci hanno ricordato i rischi connessi a questa forma di energia, mentre rimane ancora irrisolta la questione delle scorie. La soluzione al problema energetico va  individuata nelle fonti rinnovabili e nella riduzione del consumo, finanziando e sostenendo la ricerca. Quindi è necessario dire SI all'abrogazione della legge che vuole reintrodurre il nucleare in Italia.
• La legge è uguale per tutti
La legge 51/’10 consente ai ministri e al presidente del consiglio di non comparire in tribunale nei processi penali in cui sono imputati e obbliga i magistrati a rinviare le date dei processi. Per abolire i privilegi di pochi e abrogare il legittimo impedimento occorre votare SI.

Per tutto questo Perugia Civica vota SI ai 4 referendum del 12  e 13 giugno ed invita tutti a votare e a far circolare l'informazione sui quesiti referendari.


Perugia, 14 maggio 2011

Movimento Perugia Civica

www.perugiacivica.it    info@perugiacivica.it

Il Consiglio Esecutivo



movimento Perugia Civica

Inserito sabato 14 maggio 2011


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5459772