25/01/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Trecento campanari al raduno di Arrone

Trecento campanari al raduno di Arrone
L'Università per Stranieri festeggia l'Unità d'Italia con i Campanari di Arrone



L'Università per Stranieri di Perugia (Voxteca) festeggia il 150° Anniversario dell'Unità d'Italia con oltre 300 campanari al Raduno del  Centro Italia, organizzato dal Gruppo Campanari di Arrone (Tr), un evento che vede il patrocinio della Regione Umbria, dell' Assessorato alle Politiche Culturali della Provincia di Terni, del Comune di Arrone, della Comunità Montana della Valnerina, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MIBAC), dell'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia (IDEA), e dell' Intangible Cultural Heritage Networ (ICHNet).
All'appuntamento dedicato alle campane, ideato e promosso dal Gruppo Campanari di Arrone in collaborazione con l'Università per Stranieri di Perugia (Voxteca - Dipartimento di Scienze del Linguaggio), previsto per il sabato 3 e domenica 4 settembre 2011, parteciperanno oltre 300 campanari provenienti da Lazio, Marche, Abruzzo, Molise, Toscana, Emilia Romagna e Umbria che dedicheranno al 150° Anniversario dell'Unità d'Italia gran parte delle suonate e per l'occasione sarà creata dal vivo una nuova campana dai mastri fonditori della Fonderia Allanconi di Crema. Il nuovo bronzo, di circa mezzo quintale, con incisa la dedica al 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, sarà presentato dal gruppo di Arrone con un concerto live con tutti i campanari presenti.

Durante il raduno (il 3 settembre) sarà presentato e distribuito gratuitamente (in versione cartacea) il n. "0"  di “Campanaria”, il periodico del Centro Studi sulle campane italiane, unico esperimento in Italia, diretto da Antonello Lamanna - coordinatore scientifico del Centro Studi.  Si tratta di un giornale formato tabloid che si occupa di storia, antropologia, linguistica,  teologia, fisica e che raccoglie le ricerche e gli studi intrapresi dalla Commissione Scientifica, presieduta dal prof. Luigi M. Lombardi Satriani (Università La Sapienza di Roma) e dal direttore del Centro Studi prof. Antonio Batinti, insieme a studiosi, ricercatori, dottorandi, laureandi, esperti, campanari e appassionati della materia italiani e stranieri.
Campanaria è un periodico gratuito scaricabile anche dalla prossima settimana in formato pdf su www.campanariarrone.it e su www.unistrapg.it- e rappresenta un importante punto di riferimento in Italia per antropologi, linguisti, etnomusicologi, etnologi, teologi, fisici, storici, chimici, campanari, curiosi e appassionati di questi millenari strumenti musicali. Il giornale, distribuito durante il raduno umbro, sarà uno strumento fondamentale per la divulgazione e la conoscenza dell'arte campanaria e ha tra gli scopi principali anche quello di raccontare e riunificare l’arte campanaria italiana e internazionale, con particolare attenzione alle tecniche di suono, alla produzione, ma anche ai suoi significati, dalle incisioni sulle campane, al linguaggio dei campanari, alle dinamiche alle tradizioni fino agli aspetti rituali e simbolici che hanno mantenuto nella storia.


Durante il raduno sono previsti incontri, dibattiti, mostre fotografiche, concerti per campane, per clarinetti e corni di bassetti, reading e narrazioni a più voci, degustazioni enogastronomiche, performance e gare di balli tradizionali, esibizioni no stop dei campanari ospiti, ma anche mercatini dell'artigianato, lotterie, e performance d'improvvisazione di musica popolare.


PROGRAMMA COMPLETO

www.campanariarrone.it




Inserito sabato 3 settembre 2011


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5003822