31/05/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> I nuovi consigli di quartiere

I nuovi consigli di quartiere
L'ultima umiliazione del Sindaco di Perugia

 

Non passa settimana senza dover registrare fatti, parole o omissioni di particolare rilevanza negativa, da parte della Casta Politica Perugina, i cui nefasti esiti ricadono immancabilmente sui Cittadini.

Ora è il turno dei nuovi consigli di quartiere che andranno a sostituire, con colpevole ritardo, le vecchie circoscrizioni. Il Sindaco Boccali li presenta in una sua nota come “un nuovo strumento di democrazia dal basso e di partecipazione dei cittadini alle scelte e alle decisioni riguardanti la vita della comunità”.

Questa amministrazione, come quelle targate Locchi, non ha certo brillato per apertura verso le istanze dei Cittadini. Una svolta dunque? Una sconfessione al vecchio modo di intendere l'esercizio decisionale, basato sul concetto di “atto di fede” nell' amministrazione? Manco per sogno! Diciamo noi! Boccali fa fede a se stesso quando afferma, nella stessa nota, che i consiglieri comunali preposti al “presidio del territorio” dovranno “raccogliere le istanze dei cittadini, con esclusivo riferimento ai problemi di manutenzione ordinaria”.

Come dire: ai progetti che impattano seriamente sulla qualità della vita dei cittadini - e che impegnano soldoni – ci pensiamo noi!

Le conseguenze le vediamo tutti i giorni: mega-cantieri, inceneritori, impianti a biomasse, nella più assoluta assenza di informativa tra i Cittadini.

Nel progetto dei consigli di quartiere non vi è traccia di concetti quali bilancio partecipativo, piano regolatore partecipativo o assemblee di quartiere deliberative, che Boccali dovrebbe aver appreso durante i suoi viaggi a Porto Alegre.

Si tratta pertanto di un'evidente, ulteriore umiliazione e insulto all'intelligenza dei Cittadini da parte di un Sindaco che governa con il 42% degli aventi diritto al voto. Tutto ciò non ci sorprende: che il Palazzo dei Priori sia al servizio delle lobby economiche è cosa nota. Le Istituzioni sono ormai avulse dai Cittadini, i quali contano zero. Occorre che siano i Cittadini a liberarle, al più presto!



MoVimento 5 Stelle Perugia

Inserito martedì 15 novembre 2011


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5170341