06/08/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Risonanze: pane e musica

Risonanze: pane e musica
E' uscito il n. 19 (novembre 2011): è l'ultimo numero! Morte e resurrezione di Risonanze: la rivista muore per rinascere nella rete

In allegato si può leggere il n. 19 (novembre 2011) della rivista Risonanze. Luoghi movimenti culture in prima persona.

 Risonanze 19.pdf

Questo è l'indice:

pag. 1: Montecolognola pane e musica, a cura di Daniele Crotti; Il pane, di Giorgio Filippi; Pan&girico, di Walter Pilini.
pag. 2: I Giorni cantati della Lega di Cultura di Piadena, a cura di Daniele Crotti.
pag. 2 e 3: Aspetto il giorno giusto, il tempo, il vento, l'umido...,  intervista a Giannina Lanari, di Matilde Biagioli e Rossana Stella.
pag. 4 e 5: I forni di comunità, intervista a Rita Boini, di Matilde Biagioli.
pag. 6 e 7: Umbria tradizioni in cammino, intervista a Marco Baccarelli, di Daniele Crotti.
pag. 7: Dialettista per caso, colloquio con Matteo Boschi, di Fabiana Gerardi e Silvia De Giorgi.
pag. 8 e 9: Quando il vecio parlar si fa poesia, intervista a Fabio Franzin, di Ombretta Ciurnelli.
pag. 9: Walter Cremonte, Respingimenti, di Ombretta Ciurnelli.
pag. 10: Dall'ottava rima al rap. Usi e funzioni dei dialetti dell'Umbria, di Daniele CRotti.
pag. 11: Per ognuno c'è il tempo di prendere il volo, di Ombretta Ciurnelli.
pag. 12: ...salirci a piedi e da soli, conversazione con Paolo Piazza, a cura di Daniele Crotti.
pag. 13: Rasiglia e le altre. Le acque e le atività di educazione ambientale di Arpa Umbria, di Francesco Zuccherini.
pag. 14: Italiani brava gente, di Marcello Fruttini.
pag. 15: Domani compro un ciliegio. Ricordando Piero Fabbri, di Jessica Hardt.
pag. 16: L'ultimo numero! Morte e resurrezione di Risonanze: la rivista muore per rinascere nella rete, di Renzo Zuccherini.




Inserito venerdì 18 novembre 2011


Commenta l'articolo "Risonanze: pane e musica"

Commenti

Nome: Paolo
Commento: Grazie Daniele. Bella la nostra "conversazione!. Non pensavo di meritare così tanto spazio di "risonanza".

Nome: Enrico
Commento: Sono stupefatto! Grazie. Tutto ciò significa che il nostro incontro ha lasciato un segno, una traccia del nostro passaggio. In fondo, questa è l'ambizione che sta alla base dell'esistenza del gruppo "I giorni cantati". Quando si va in un posto e qualcosa di noi rimane e qualcosa degli altri si porta via significa che quel posto è anche casa nostra. Questo è successo a Montecolognola! Grazie Daniele e tutti i compagni e le compagne che abbiamo incontrato.

Nome: Marco
Commento: Grazie, grazie, grazie. Un articolo ben fatto.

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5255325