03/08/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> PrimaveraBio 2012. Buono, sano, sostenibile

PrimaveraBio 2012. Buono, sano, sostenibile
È questo il biologico che si metterà in mostra e aprirà le porte ai cittadini durante la PrimaveraBio 2012

Giunge all’undicesima edizione l'iniziativa organizzata da Aiab (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica) in collaborazione con Legambiente, Federparchi, Alpa, Ctm Altromercato ed il Movimento EcoSport, e partirà il 25 aprile per concludersi il 27 maggio.

ECCO IL PROGRAMMA DELLE INIZIATIVE IN UMBRIA (in allegato tutti i dettagli):

MERCOLEDI' 25 APRILE, TORGIANO
La cultura del vino e dell’olio

Due produzioni tipiche dell’Umbria che nel biologico trovano punte di eccellenza, danno lo spunto per un appuntamento originale che prevede una visita guidata da veri esperti, al Museo del Vino e dell’Olio della Fondazione Lungarotti a Torgiano. Un vero e proprio viaggio nel tempo, attraverso la scoperta di reperti archeologici, manufatti d’arte e corredi etnografici che raccontano la storia antichissima, del vino e dell’olio. Occasione anche per presentare le novità proposte dal nuovo regolamento europeo sul vino biologico


DOMENICA 6 MAGGIO, BONEGGIO
Riconoscimento e raccolta delle erbe spontanee

Con l’occasione di conoscere l’azienda sociale Oliviera e la sua attività orticolo vivaistica, l'agronomo Adolfo Rosati ci introdurrà nel riconoscimento delle erbe spontanee.


DOMENICA 20 MAGGIO, CASCIA
Caci e legumi della Valnerina

Visita alle aziende di Cascia che forniscono i Godo (Gruppi Organizzati Domanda Offerta) di formaggi, vaccini e ovi caprini, il farro, la roveja e le lenticchie. Un giro nelle aziende Moretti, fattoria Opagna e Rossi, per degustare e conoscere la storia dei prodotti e la tecnica di preparazione.


PER INFO E PRENOTAZIONI (entro due giorni dalla data dell’iniziativa)
075.5150265 - aiab.umbria@aiab.it    

Negli ultimi anni si è manifestato sempre più il bisogno di ricucire lo strappo tra le città e la campagna, come reazione al modello alimentare industrializzato, che tende a negare il ruolo degli agricoltori, del lavoro delle donne e degli uomini nei campi, il ruolo stesso della terra e del territorio. Nella maggior parte dei casi, questa voglia di ruralità, di stabilire un contatto armonico e intelligente con l’ambiente e l’agricoltura del proprio territorio, si deve accontentare di una scampagnata con pic-nic nei prati, l’acquisto di qualche prodotto nello spaccio aziendale o, al massimo, con un pasto in un agriturismo.

La PrimaveraBio, appuntamento annuale organizzato da Aiab, vuole rispondere a queste esigenze e cercare di indirizzarle verso le esperienze che maggiormente qualificano l’agricoltura (il metodo di produzione biologico) e le aree protette.



Aiab


Inserito venerdì 20 aprile 2012


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5252961