20/01/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Ben vengano le foglie di maggio

Ben vengano le foglie di maggio
Con la poesia "Grandine" di Edvige Pesce Gorini

Ecco in allegato il nuovo numero di Folia fluctuantia:

  FOLIA FLUCTUANTIA maggio '12.pdf

che Daniele Crotti ci invia insieme a questa poesia:

Grandine


 


Tutte riunite ad un crosciante rombo

le nuvole vaganti hanno accerchiato

il cielo, dense e grevi come il piombo.

 


Sibila il vento una minaccia oscura:

gli alberi curvi tentano la fuga:

urla e geme la terra di paura.

 


Una campana grida “Aiuto, aiuto!”

Aiuto per le viti e per il grano

che aspetta solo d’essere mietuto.

 


Una nuvola bianca (una staffetta

di pace?) incontra il grido disperato

che rimbalza qua e là per ogni vetta.

 


Ma non è pace, non è pace: è guerra!

E, all’improvviso, la staffetta bianca

getta candido piombo sulla terra.

 


Crosci, ventate; grandine a ventaglio

saetta l’aria picchiettando allegra,

ed ogni pianta è un facile bersaglio!

 


E la campana grida ancora aiuto,

tra lo scroscio dei chicchi levigati,

che già più delle falci hanno mietuto.

 


E la campana piange infine, stanca,

nel vasto cielo ritornato azzurro,

sopra la terra flagellata e bianca.

 

Edvige Pesce Gorini




Inserito sabato 28 aprile 2012


Commenta l'articolo "Ben vengano le foglie di maggio"

Commenti

Nome: renzo
Commento: grazie, Daniele, per questa bella e sonora poesia. Ci puoi dire qualcosa su Edvige Pesce Gorini?

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4998344