18/01/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Ricordando Francesco Siciliani: alle radici della Sagra musicale umbra

Ricordando Francesco Siciliani: alle radici della Sagra musicale umbra
Alla Accademia del Donca

Lunedì 7 maggio, ore 17, Teatro Morlacchi, Sandro Allegrini presenta: “Ricordando Francesco Siciliani: alle radici della Sagra musicale umbra”, con Nello Spinelli, Simona Esposito, Sergio Tedesco

(nella foto, Francesco Siciliani con Maria Callas)

Un tris d’eccezione, intriso di cultura e peruginità, quello che dette vita alla Sagra Musicale Umbra: il maestro Francesco Siciliani, donna Alba Buitoni e il filosofo nonviolento Aldo Capitini. Insieme  animarono di cultura e spiritualità  quello che sarebbe diventato un fenomeno irripetibile per qualità di proposte ed eccellenza di valori.
Già dal 1937 si erano avvertiti i prodromi del fenomeno e del vasto interesse della città verso le vette della musica internazionale: risale infatti al 1937 la Fondazione Sagra Musicale Umbra, mentre l’Associazione concertistica Amici della Musica è del 1946. Fucina di entrambe fu l’università di Palazzo Gallenga, col fondatore della Sagra: Carlo Guido Visconti di Modrone.
Presso l’Abbazia di San Pietro la Sagra individuò  il suo luogo preferito, intriso di arte e ascetismo, mentre gli Amici della Musica trovarono ospitalità nella Sala Maggiore della Galleria Nazionale dell’Umbria.
Fu Francesco Siciliani l’anima musicale lungimirante, che non temette la contaminazione, tanto da programmare, nel 1974, ben 12 recite del musical statunitense “Godspell” e la collaborazione col Modern Jazz Quartet e quindi col festival Umbria Jazz fino a tutti gli anni ’90.
Nel 2003, la Fondazione Sagra musicale umbra e l’Associazione Amici della musica si uniscono per dar luogo alla Fondazione Perugia musica classica onlus. Ne furono soci fondatori: il Comune di Perugia, la Fondazione Cassa di risparmio di Perugia, l’Associazione Amici della musica, l’Associazione  Sagra musicale umbra.
La qualità dell’offerta musicale a Perugia, da ben 66 anni, è indiscutibilmente alta. E questo grazie all’opera di quanti gettarono il seme fecondo della loro cultura, unita a un lodevole impegno, non solo musicale.
Di Francesco Siciliani e della sua opera a favore della musica in città tratterà il dr. Nello Spinelli, consigliere della Fondazione Perugia Musica Classica. Insieme a lui, il cantante, attore e doppiatore Sergio Tedesco, che con Siciliani presidente vinse il concorso al Maggio Fiorentino. Simona Esposito, cantante e presentatrice, legherà i vari momenti dell’incontro riferendo alcuni aneddoti.




Inserito giovedì 3 maggio 2012


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4996729