11/07/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Raccolta firme per l’abolizione dei finanziamenti pubblici ai partiti

Raccolta firme per l’abolizione dei finanziamenti pubblici ai partiti
Fino all’8 maggio sarà possibile sottoscrivere la proposta di legge di iniziativa popolare


Avviata una raccolta firme per eliminare i finanziamenti pubblici ai partiti.
L’iniziativa, proposta da Italia dei valori, mira all’abolizione di una norma, che secondo quanto affermato dal suo capogruppo regionale, Oliviero Dottorini, aggira la volontà dei cittadini.
“Occorre subito cancellare l'assurda legge sui cosiddetti rimborsi elettorali – dice Dottorini – e dare finalmente seguito a quanto stabilì nel 1993 la stragrande maggioranza degli italiani che, tramite lo strumento del referendum, chiesero a gran voce l'eliminazione del finanziamento pubblico ai partiti”.
I cittadini che vogliono sostenere questa campagna possono recarsi presso la segreteria del gruppo Idv, in Consiglio regionale a Palazzo Cesaroni, e sottoscrivere la proposta di legge di iniziativa popolare.
In molti hanno espresso la propria opinione in proposito: il numero di firme assegnato all’Umbria è già stato ampiamente superato.
L’iniziativa però proseguirà fino all’8 maggio per permettere a tutti i cittadini di partecipare a questa azione volta a correggere una stortura del sistema politico italiano.
Occorre sottolineare che una proposta di legge popolare è uno strumento di democrazia dal basso e ai fini del dibattito nazionale sarà autorevole il numero di sottoscrizioni raggiunto.




Maria Luisa De Filippo

Inserito giovedì 3 maggio 2012


Commenta l'articolo "Raccolta firme per l’abolizione dei finanziamenti pubblici ai partiti"

Commenti

Nome: Dorothee
Commento: In Italia si è abituati a sputare sul piatto dove si mangia. Mi sembra strano che l'Italia dei Valori abbia avuto questa iniziativa, laddove Di Pietro suo fondatore con questa strana legge ha fatto soldi. Prego tutti coloro che vogliono giustamente eliminare questa voce, di spesa inutile, di leggere bene il modulo del referendum prima di sottoscrivere la proria opinione visto che, ogni qualvolta si sottoscrive qualcosa, rimaniamo sempre fregati.

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5229481