18/01/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La poesia non cambia il mondo ma ci aiuta a vivere

La poesia non cambia il mondo ma ci aiuta a vivere
Parliamo di poesia con Walter Cremonte


È stato definito poeta misurato e radicale, affilato e ma allo stesso tempo ricco di pietas, nei cui versi risuonano e tacciono la coscienza e la storia.
Walter Cremonte è nato a Novi Ligure nel 1947, vive a Perugia, dove ha insegnato per molti anni al Liceo.
Tra le sue opere ritroviamo Contro la dispersione (Guerra Edizioni, Perugia, 1999, a cura di Luigi M. Reale), sempre per Guerra Cosa resta (2001), per le Edizioni Era Nuova di Perugia, Perché ti sei voltato (2007), Anniversario (2009), A margine (Crace, Perugia, 2005) e un volumetto di traduzioni di poesia latina (Autori, 2010).
Ha inoltre collaborato con "Micropolis", il supplemento umbro del quotidiano Il Manifesto intervenendo con alcune riflessioni critiche sulla poesia. 
La sua ultima raccolta si intitola Respingimenti, edita dalla LietoColle Edizioni.
Gli chiediamo di raccontarci qualcosa della sua poesia e, dopo qualche “eloquente silenzio”, con poche parole ma chiare ci dice:
“Le mie sono piccole elegie domestiche. La mia non è una poesia civile e i temi politici se ci sono sembrano quasi casuali.
Un privato che sicuramente è pieno di rabbia e indignazione intriso di una forte volontà di cambiamento. La poesia non cambia il mondo, rimango convinto che per questo ci voglia la politica, ma comunque è una forma di ricerca che ci aiuta a vivere”.



Maria Luisa De Filippo

Inserito venerdì 4 maggio 2012


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4996418