15/08/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Orazio Antinori, l置omo dalle suole di vento

Orazio Antinori, l置omo dalle suole di vento
Viaggiatore, naturalista, esploratore in terra d但frica

Grazie all段mpegno dell置niversit di agraria in collaborazione con la Societ Geografica Italiana oggi possibile conoscere i meriti e la dedizione per la scienza di Orazio Antinori, viaggiatore, naturalista esploratore in terra d但frica.
Il convegno, tenutosi ieri mattina alla Aula Magna della facolt di agraria, presentava la pubblicazione di un volume in cui sono stati raccolti con cura, coinvolgimento e pazienza da Donatella Fusco i disegni e le osservazioni ritrovate nei diari di viaggio di questo pioniere.
L段ncontro ha visto la partecipazione di personalit che si sono interessate alla riscoperta e allo studio di figure che hanno dato tanto alla storia, ma sono state dimenticate da essa.
栃 il caso di Orazio Antinori ci dice Giovanni De Sanctis fiduciario per l旦mbria della Societ Geografica Italiana il quale ha segnato una tappa importante per la ricerca scientifica, oltre ad essere uno dei padri fondatori della societ che oggi rappresento. Ricordare Orazio Antinori per noi significa un po come celebrare la nascita della Societ Geografica Italiana.
L段nvito quello di guardare all但frica, attingendo si alle ricerche fatte dall弾sploratore perugino ma con un弛ttica determinata anche allo sviluppo e ottimizzazione delle risorse ambientali.
鼎onsiderare l但frica oggi significa non soltanto analizzare, catalogare, come fece egregiamente Orazio Antinori segnato dalle stimmate culturali del suo tempo, ma salvaguardare queste incredibili meraviglie per metterle a disposizione del mondo intero.
L段niziativa stata quasi interamente finanziata dal Centro turistico studentesco (Cts), il quale raccogliendo la richiesta che pi volte stata esternata dai relatori, ha chiesto sostegno affinch altre figure come quella di Antinori possano essere al centro di altre numerose attivit che permettano di progredire in questo nuovo modo di guardare all但frica.
Durante la discussione emersa la personalit poliedrica di questo studioso, il quale come ci ricorda Bruno Romano, direttore del Cams di Perugia (Centro di Ateneo per i Musei Scientifici) pur non avendo mai ottenuto un titolo di studio o menzione onorifica nel suo tempo, stato ed una delle pi brillanti figure del patrimonio scientifico italiano.
Ornitologo, geografo, esploratore, naturalista, instancabile viaggiatore e fervente patriota, con una spiccata propensione all誕rte e al disegno.
Si distinse per l段nteresse antropologico che mostr per le popolazioni locali, di cui descrisse e studi usi e costumi.
E' stato espresso il rammarico di tutti i presenti per gli studiosi italiani che, come Antinori, sono stati in un certo qual modo colpiti da damnatio memoriae, 菟erch parlare di loro sembravaparlare di pionieri del nazionalismo e del colonialismo.
鉄i enfatizza tanto, troppo su alcuni personaggi storici, mentre altri vengono abbandonati all弛blio. Trovare i fondi necessari dovrebbe essere un impegno per portare a conoscenza di tutti queste figure a cui la storia forse, e Perugia, dovrebbe qualcosa in pi.



Maria Luisa De Filippo


Inserito domenica 6 maggio 2012


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5267977