19/01/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Al via i seminari sull'agricoltura biologica nelle scuole dell'Umbria

Al via i seminari sull'agricoltura biologica nelle scuole dell'Umbria
Il bio nutre mente e corpo: capire e scegliere l'agricoltura sostenibile, il mangiar sano e il rispetto per l'ambiente

Un esperimento didattico è stato pensato e introdotto nella scuola primaria e dell'infanzia con un percorso che spiega la bontà del prodotto da agricoltura biologica che rifugge le sostanze chimiche di sintesi.

Nel corso del mese di maggio vari sono stati gli incontri con gli alunni: il 3 con la Scuola dell'Infanzia di Chiugiana, l'8 con il Convitto Nazionale di Assisi, l'11 con la Scuola Primaria Madre Teresa di Calcutta di Bastia, il 14 con l'Istituto A. Gabelli di Perugia, il 15 con la Scuola Primaria di Schiavo Collazzone (solo alcuni degli appuntamenti).

Attraverso il percorso laboratoriale bambini e bambine della Scuola Primaria Casa del Diavolo martedì 22 maggio dalle 9 alle 11 potranno discutere e confrontarsi sulle tematiche del mangiar sano e dell'agricoltura sostenibile. Per imparare a scegliere cosa mangiare, perchè e quale impatto avrà questa decisione sulla loro salute e sull'ambiente, occorre sensibilizzarli, accompagnarli e fornirli di strumenti adeguati.

L’azione “ Educare al biologico ” rientra nell’ambito del progetto “ Le strade del bio ” e toccherà i comuni di Perugia, Foligno, Bastia, Assisi, Corciano, Marsciano, Collazzone, Città di Castello, Castel Ritaldi, San Martino in Colle : 30 seminari in altrettante scuole, 10 visite guidate nelle fattorie agricole Il Riccio di Morleschio, Colle San Nicola di Cannara e Panta Rei di Passignano sul Trasimeno . Obiettivo raggiungere 10 mila persone (alunni, insegnanti, genitori) e diffondere la cultura del mangiar sano nella generazione che costruirà il futuro del pianeta.

Il progetto “Le Strade del bio” - percorsi educativi ed enogastronomici alla scoperta delle eccellenze biologiche dell’Umbria - azioni 3.1 e 3.2 dell’asse 3 del “Piano di azione nazionale per il bio” (Pan) è interamente finanziato dalla Regione Umbria e realizzato da un pool di enti e associazioni: l'Associazione Italiana Agricoltura Biologica ( AIAB Umbria ) come capofila , Coldiretti Umbria, CIA Servizi, Cratia (Confagricoltura), 3A Parco Tecnologico Agroalimentare, MenteGlocale.

Comunicazione a cura di MenteGlocale
Email: leviedelbio@gmail.com



Antonella Padalino

Inserito lunedì 21 maggio 2012


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4997944