19/07/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il Congresso regionale di Cittadinanzattiva dell’Umbria

Il Congresso regionale di Cittadinanzattiva dell’Umbria
La legalità nella società, l’etica nella vita pubblica e la partecipazione dei cittadini al centro della riflessione congressuale

COMUNICATO STAMPA
Il 19 maggio si è svolto a Spoleto il IV° Congresso regionale di Cittadinanzattiva dell’Umbria, con la partecipazione di 60 delegati provenienti da tutte le maggiori città della regione, dove nel mese di aprile si sono svolti i congressi locali.
Prima dell’inizio dei lavori i congressisti sono stati raggiunti dalla terribile notizia dell’attentato a Brindisi di fronte alla scuola intitolata a Falcone, immediatamente è stato espresso il più profondo sdegno e riprovazione per il vile atto, che è costato la vita di una giovane ragazza. Il congresso regionale ha chiesto alle forze inquirenti di trovare immediatamente i responsabili di un atto così efferato, sapendo che sicuramente questa bomba è un messaggio di morte della mafia e della sacra corona unita, per cui non basta l’azione giudiziaria, è necessaria una forte mobilitazione di tutti i cittadini per isolare i delinquenti mafiosi e dimostrare che c’è un’altra Italia che non si piega ai criminali e che chiede a gran voce rispetto delle leggi e della dignità dei cittadini.
D’altronde la legalità nella società insieme all’etica nella vita pubblica e alla partecipazione dei cittadini, erano temi già al centro della riflessione congressuale di Cittadinanzattiva dell’Umbria, apertasi con la relazione della Segretaria regionale uscente Anna Rita Cosso, la quale ha definito la situazione della nostra regione, come statica e bloccata.
In particolare nella sanità, dove Cittadinanzattiva opera da tanti anni con la qualificata presenza del Tribunale dei Diritti del Malato in tutte le strutture sanitarie a tutela della dignità dei cittadini, nel momento di massima debolezza, quando si è colpiti dalla malattia. Nella sanità si continua la politica dei risparmi senza aggredire le ragioni delle diseguaglianze che creano inefficienze nel sistema e rabbia tra i cittadini, a cominciare dalle liste di attesa, per le quali non è mai stata impostata una vera politica di abbattimento, forse perché tanto chi ha santi in paradiso le bypassa.
Oppure nei servizi pubblici locali, come la raccolta dei rifiuti, dove l’Umbria è ancora molto al disotto degli obiettivi di raccolta differenziata definiti dalla legge nazionale e dallo stesso Piano regionale dei rifiuti. Forse perché la politica dei rifiuti è fatta per le multinazionali del settore e non per i cittadini umbri, che quando sono chiamati a dare dimostrazione di civiltà e di consapevolezza civica rispondono con grande entusiasmo e notevoli risultati, come dimostrano i dati della raccolta differenziata porta a porta nei pochi luoghi dove viene fatta.
Per questo il Congresso ha espresso apprezzamento per le iniziative che sono state intraprese in questi ultimi anni da Cittadinanzattiva regionale e ha indicato la necessità di proseguire sulla strada intrapresa con ancora maggior lena, convinzione e forza.
In questo ambito il Congresso ha approvato tre mozioni: Protocollo rifiuti zero – Quorum Zero più spazi di democrazia – L’Umbria delle disuguaglianze, inoltre ha deliberato di richiedere un incontro urgente alla Presidente Marini e all'Assessore Tomassoni sulla revisione  del Servizio sanitario regionale e di avviare un focus di riflessione sull'integrazione socio sanitaria con particolare attenzione alla popolazione anziana.
Al termine del dibattito si sono aperti i seggi per l’elezione a scrutinio segreto del gruppo dirigente regionale e dei delegati al Congresso Nazionale:
• Segretaria Regionale è stata confermata quasi all’unanimità Anna Rita Cosso
• Presidente Regionale Paolo Baronti
• Responsabile regionale del Tribunale dei Diritti del Malato Carla Mariotti
• Responsabile della rete Giustizia per i Diritti Monica Raichini
• Coordinatore dei Procuratori dei Cittadini Gabriele Silvestri,
• La delegazione umbra al Congresso Nazionale sarà composta da: Anna Rita Cosso – Franco Alajmo – Paolo Baronti – Danilo Bellavita – Alessandro Cossu – Daria Ferrari – Guido Grossi – Carla Mariotti – Giancarlo Minelli – Gabriele Silvestri.

Spoleto 19.05.2012




Inserito lunedì 21 maggio 2012


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4731653