19/07/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Ristorazione collettiva: modelli di sostenibilità e prodotti bio

Ristorazione collettiva: modelli di sostenibilità e prodotti bio
non solo per la salute e l'ambiente ma anche per valorizzare l'economia locale

Il tema sarà al centro del convegno promosso, venerdì 25 maggio 2012, all'Istituto Agrario Ciuffelli di Todi.

 In Umbria il cibo consumato all'interno della ristorazione collettiva in particolare quella scolastica e ospedaliera è tanto. L'incontro promosso dall'Aiab si rivolge a tutti coloro che volessero (gestori delle gare di appalto o acquirenti di servizi di ristorazione) adottare un modello di ristorazione pubblica sostenibile. Modelli di acquisto orientati al biologico sarebbero auspicabili per il benessere umano e dell'ambiente ma potrebbero anche indirizzare verso il recupero dei prodotti tradizionali ed una gestione sana e sostenibile del territorio.

Se ne parlerà venerdì 25 maggio, a partire dalle 9, al convegno: “Protocolli tecnici per l'introduzione dei prodotti biologici nella ristorazione collettiva” organizzato all'Istituto Agrario Ciuffelli di Todi nell'ambito del progetto “Le Strade del Bio” finanziato dalla Regione Umbria e realizzato da un pool di enti e associazioni: l'Associazione Italiana Agricoltura Biologica (Aiab Umbria) come capofila, Coldiretti Umbria, Cia Servizi, Cratia (Confagricoltura), 3A Parco Tecnologico Agroalimentare, MenteGlocale.

Ad aprire l'incontro e a coordinare i lavori sarà Marcello Rinaldi, dirigente scolastico dell'istituto d'istruzione superiore I.I.S. Ciuffelli-Einaudi di Todi. Il convegno vedrà poi in programma i primi due interventi nell'ambito della ristorazione collettiva Aiab, di Paola Trionfi, che introdurrà le motivazioni della scelta dei prodotti biologici nella ristorazione collettiva, e di Giuliana D'Agostini, che proporrà la tematica dei prodotti bio nei capitolati di gara: i Green Public Procurement e i Criteri Ambientali Minimi.

La parola passerà poi a Maria Pia Angellotti, dietista – gruppo di lavoro Associazione Nazionale Dietisti (Andid), che parlerà dell'impatto della ristorazione collettiva sulla sostenibilità ambientale, a seguire interverrà Alessandra Paciotto, presidente Legambiente Umbria, che si soffermerà sulla ristorazione collettiva, filiera corta ed economia locale.

Segue una tavola rotonda sulle “Esperienze territoriali nell'approvigionamento di prodotti biologici per la ristorazione scolastica” alla quale interverranno i responsabili dei servizi scolastici dei comuni e i presidenti dei comitati mensa, moderati da Vincenzo Vizioli, presidente Aiab Umbria. Infine, a chiudere i lavori sarà Augusto Buldrini, dirigente servizio sviluppo sostenibile delle produzioni agricole della Regione Umbria. 


Comunicazione a cura di MenteGlocale

leviedelbio@gmail.com



Antonella Padalino

Inserito giovedì 24 maggio 2012


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4731616