11/12/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Cancellati 90000 metri cubi di terreni fabbricabili?

Cancellati 90000 metri cubi di terreni fabbricabili?
 

Stando ai giornali e non essendo tecnici né potendoci permettere il lusso di rivolgerci ad uffici urbanistici specializzati, possiamo solo rilevare che nessuno dei novantamila metri cubi di terreni edificabili cancellati nel programma di sviluppo urbanistico del Comune di Perugia (PRG) interessa l’area intorno a San Martino in Campo. Proprio dove in questi ultimi tempi si manifesta con più forza la pressione cementizia  a danno di terreni agricoli di pregio e del paesaggio nel prossimo futuro. Questo dimostra che la riduzione delle cubature non risponde a logiche di salvaguardia ambientale, ma allo scarso interesse per le solite speculazioni urbanistiche. Il fatto, poi, si colloca in una netta controtendenza a quanto deciso dal governo nazionale di affrontare il problema della salvaguardia del paesaggio rurale contro l’assalto sconsiderato del cemento e il consumo irrazionale del suolo, approvando un apposito disegno di legge che può definirsi storico. Un atto di governo che, anche se difficilmente potrà essere trasformato in legge per la limitatezza dei tempi di fine legislatura,  sarebbe stato opportuno inserire nel primo decreto “Salva Italia”. Comunque il nuovo indirizzo nello sviluppo del territorio, anche se dovrà essere definito in futuro, già potrebbe essere applicato da amministrazioni pubbliche lungimiranti fin da adesso, per non arrivare troppo tardi.

 

Comitato di salvaguardia ambientale di San Martino in Campo.

 



Comitato di salvaguardia ambientale di San Martino in Campo.

Inserito venerdì 5 ottobre 2012


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4944171