29/05/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Rischio fallimento per il 40 % delle imprese agricole in Umbria. Liquidare subito i premi comunitari

Rischio fallimento per il 40 % delle imprese agricole in Umbria. Liquidare subito i premi comunitari
Comunicato dei Verdi


 “I risarcimenti per il maltempo sono fermi al 2007. Prendere l’esempio delle altre Regioni e iniziare a snellire la macchina burocratica”   “È urgente che la Giunta regionale mantenga gli impegni e liquidi al più preso i premi comunitari destinati alle imprese agricole regionali. Non è più accettabile un ritardo che si protrae da ottobre, quando l’assessore Liviantoni ci aveva promesso che i premi sarebbero stati liquidati entro la fine del mese. Così non è stato e le nostre aziende si trovano con l’acqua alla gola e con le banche a chiedere il rientro dai mutui”. E' dura la presa di posizione dei Verdi dell'Umbria riguardo al mancato pagamento dei premi comunitari agli agricoltori umbri. Marjatta Heliste, responsabile regionale Agricoltura  del Sole che ride, chiede “l'immediato intervento della Regione su una situazione che rischia di avere conseguenze pesantissime per il nostro tessuto agricolo e imprenditoriale”. “In un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, mentre il 40 per cento delle aziende rischia il fallimento – aggiunge l’esponente dei Verdi -, è quanto mai auspicabile che la pubblica amministrazione venga incontro alle difficoltà di un settore strategico per l’economia regionale e mantenga gli impegni presi con le associazioni di categoria. Difficoltà che in questi giorni stanno aumentando, complici le inondazioni dei campi a causa delle esondazioni dei corsi d'acqua. A questi problemi normalmente si cerca di fare attraverso il fondo di solidarietà, ma anche qui la Regione dimostra tutta la sua lentezza burocratica. Basti pensare che in questo momento vengono liquidati i danni del 2007 nella misura del solo 20 per cento”. “Chiediamo all’assessore Liviantoni – ha concluso Heliste – che si attivi subito come già è stato fatto dalle altre regioni del centro Italia, iniziando a liquidare almeno il 75 per cento dei premi previsti per il 2008 e snellendo la macchina burocratica per risarcire i danni del maltempo”. 

Perugia, 16 dicembre 2008 



Marjatta Heliste

Inserito mercoledì 17 dicembre 2008


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5166608