23/03/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Richiesta seduta straordinaria sui temi della sicurezza stradale

Richiesta seduta straordinaria sui temi della sicurezza stradale
Nel decennio trascorso (2001-2010) l’indice di mortalità è stato in Umbria del 2,7 mentre a livello nazionale del 1,9


Richiesta seduta straordinaria sui temi della sicurezza stradale, della mobilità, sui diritti delle vittime e dell’utenza vulnerabile, al Consiglio Regionale

Egregio Presidente Brega, Egregi Presidente dei Gruppi Consiliari,
nel decennio trascorso (2001-2010) l’indice di mortalità è stato in Umbria del 2,7 mentre a livello nazionale del 1,9. Il numero dei morti, sempre nello stesso periodo è diminuito in Umbria del 32,5% mentre a livello nazionale del 42,4%. 984 morti nel decennio passato: 8,7 morti ogni 100.000 abitanti in Umbria, 6,8 morti in Italia. Con un incremento di morti, più 5,3%, nel 2010 su 2009. In controtendenza sul dato nazionale.

Abbiamo presentato una proposta di legge regionale per l’assistenza alle vittime della strada, protocollata alla Presidenza della Giunta regionale dell’Umbria il 2 ottobre scorso.

Per istituire due centri di assistenza per le vittime della strada che costerebbero poco meno di 200 mila euro (uno per ciascuna delle due province) e i soldi (molti di più) ci sono e provengono dal 10,50% della RCAuto che la Regione introita dal 1982, trasferiti dal Ministero Economia e Finanza ed espressamente finalizzati all’assistenza alle vittime.

Il giorno 11 maggio 2011  in oltre 100 Paesi del mondo, è avvenuto il “lancio” del Piano d’Azione per la sicurezza stradale 2011-2020 (www.decenniodazione.it).

E’ un fatto importante, non solo simbolico, che organizzazioni economico-sociali ed Istituzioni in tutti i Paesi del mondo si siano trovate insieme per stringere un “Patto” di azione comune contro la violenza stradale.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha favorito l’incontro e coordinato, in questi anni e continuerà a farlo in futuro, il lavoro di quasi 100 Organizzazioni Non Governative di tutti i Continenti (molte delle quali di vittime della strada; per l’Italia eravamo presenti noi) che hanno contribuito ad elaborare una Carta per la sicurezza stradale e il Piano di Azione per il Decennio 2011 – 2020 (che vi alleghiamo).

Sarebbe auspicabile che il Consiglio regionale dell’Umbria – coinvolgendo il sistema amministrativo locale – fosse convocato straordinariamente sui temi della sicurezza stradale e della mobilità (ma anche sui diritti delle vittime e dell’utenza vulnerabile). Noi garantiremmo una mobilitazione di competenze interdisciplinari (sociali e tecniche) per aiutare la Regione in questo sforzo comune. Sui contenuti costruiti elaborati dalle Ong e dall’Onu e dall’Oms.

E quale opportunità migliore offerta dalla Giornata Mondiale della Memoria delle vittime della strada che si celebrerà in tutto il mondo la terza domenica di novembre, il 18 novembre 2012.

Vi saremmo grati se voleste, nel contempo, audire le Organizzazioni di vittime firmatarie del documento varato a Washington lo scorso anno.



Fondazione Luigi Guccione, Onlus

Inserito giovedì 18 ottobre 2012


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4548546