24/03/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> cosa fare per attivare il rimborso dell’Iva

cosa fare per attivare il rimborso dell’Iva
Lettera aperta al Sindaco di Foligno

Al Sindaco di Foligno
Dott. Nando Mismetti
Piazza della Repubblica 10
06034 Foligno (PG)

E p.c. al Presidente Valle Umbra Servizi S.p.A.:
          Avv. Maurizio Salari
11 Novembre 2012

Egregio Sindaco,
Noi, suoi concittadini attendiamo, da circa un mese, di sapere cosa fare, per attivare la richiesta di rimborso dell’Iva, fatta indebitamente pagare dalla Vus spa, di proprietà di 22 comuni del comprensorio, come già evidenziato con lettera aperta del 12 Ottobre.
Stralcio della lettera inviata:
Già nel 2009 la Corte Costituzionale con la Sentenza n. 238 del 24 luglio aveva stabilito inequivocabilmente la natura di tassa della Tia 1 e aveva pertanto determinato l’esclusione dell’imponibilità ai fini Iva delle somme dovute. Di recente, la Corte di Cassazione, per mezzo della Sentenza n. 3756 del 9 marzo 2012, ha fatto definitivamente chiarezza affermando ulteriormente che: la Tia 1 non è assoggettabile all’Iva del 10% poiché costituisce un’entrata tributaria e non un corrispettivo per il servizio reso”, chiarendo che la natura tributaria della tariffa va desunta dalla sua complessiva disciplina legislativa, e non da eventuali prassi distorte”.
Chiediamo quindi di nuovo a Lei e al nostro ex Sindaco Maurizio Salari, da poco Presidente della Vus medesima, di comunicarci la prassi da seguire per richiedere formalmente il rimborso dell’Iva indebitamente richiesta dalla Vus e in buona fede pagata da noi cittadini.

Restiamo fiduciosi in attesa di sapere cosa fare al riguardo.
Cordiali Saluti
I Cittadini di Foligno aderenti al



Movimento 5 Stelle

Inserito mercoledì 14 novembre 2012


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4550737