18/01/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Saracche d’Italia

Saracche d’Italia
Cronache perugine di un pizzicagnolo durante il Risorgimento Italiano, Venerdì 7 dicembre


SARACCHE D'ITALIA cronache perugine di un pizzicagnolo durante il Risorgimento Italiano
Venerdì 7 dicembre 2012 ore 21.00,  Teatro della Sapienza, Perugia:
"Saracche d’Italia" cronache perugine di un pizzicagnolo durante il Risorgimento Italiano, di Diego Mencaroni da un idea di Giacomo Calderoni

con Edoardo Chiabolotti, Lorenza Di Genova, Maurizio Modesti, Riccardo Toccacielo
Immagini di Carlo Bianconi montaggio video Giancarlo Panza
Regia di Roberto Biselli

...Perugia 1849.
In pieno Risorgimento, il buffo, introverso, arguto, cinico e sagace Luigi Calderoni, detto “Gigio”, possiede una delle tre sole botteghe di pizzicagnolo in città. I fermenti politici e sociali di questo periodo vengono curiosamente annotati da Luigi nel suo libro mastro. A fianco di ogni movimento di cassa, che registra minuziosamente quale titolare di una rivendita di generi alimentari, sono riportate le vicende che attraversano una città bramante la rivoluzione e l’Unita’. Una città che gli passa sotto gli occhi, poiché il suo negozio è nella piazza del Mercato. I suoi appunti sono corredati da miniature, a latere delle note su quei fatti, che colpiscono il suo spirito, lo inquietano e che raccontano la vita vera, quella che non passa mai alla storia perché troppo quotidiana. “Gigio” annota registra, commenta, infervorato dallo spirito patriottico e spaventato dalle angherie della polizia papalina e degli occupanti austriaci prima e svizzeri poi. Con sarcasmo annuncia le ennesime imposte che il popolo deve pagare o le piccole rivincite ottenute per mano di una “maitresse” e le sue ragazze.
Basata su una storia vera (o meglio tratta dal vero libro mastro di negozio del nostro Calderoni) lo spettacolo offre un ultimo originale contributo alle celebrazioni del 150° dell’unita’ d‘Italia, parlando con leggerezza. sarcasmo e dolore di una Perugia povera e dura, sulla quale soffiano venti di libertà, in un lasso di tempo che va dai fatti della Repubblica Romana all’annessione al Regno d’Italia, passando per la triste pagina delle stragi Perugine. La vicenda di Luigi Calderoni viene presentata al pubblico in uno stile asciutto, senza le ridondanze ottocentesche, che ne fa risaltare l’assoluta contemporaneità sia nei fatti che nei personaggi. A ciò contribuisce la scrittura di Diego Mencaroni, collaboratore alla stesura del testo, e a una serie di interventi video che esalteranno, fungendo da cesura narrativa tra le vicende interpretate dai 4 attori, la capacità vivifica del cervello fine di Luigi, capace di vendere con sagacia tutta commerciale “saracche e generi alimentari vari” ai suoi clienti, ma sinceramente capace allo stesso tempo di provare un forte e sincero sentimento “UNITARIO”.

Debutto 7 dicembre 2012, ore 21, Teatro della Sapienza, Perugia
INFO:
info@teatrodisacco.it
331 667299




Inserito domenica 25 novembre 2012


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4996879