09/12/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Legalizzare l'uso di sostanze leggere

Legalizzare l'uso di sostanze leggere
La criminalità organizzata, favorita dal proibizionismo, trae enormi profitti dal mercato delle droghe

La sentenza della Cassazione, che ha sentenziato che il consumo di gruppo di sostanze stupefacenti non è reato, apre nuovi spiragli di libertà.
La criminalizzazione dei consumatori di sostanze è stata una strategia totalmente inefficace e dannosa, che ha permesso alla grande criminalità organizzata il controllo del mercato.
La criminalità organizzata, favorita dal proibizionismo, trae enormi profitti dal mercato delle droghe.
I ricavi del mercato delle droghe vengono ripuliti da pezzi di un sistema finanziario complice e reinvestiti attraverso la speculazione nel cosiddetto mercato legale dei colletti bianchi.
La stupida e criminale legge Fini – Giovanardi va abrogata.
Bisogna legalizzare le droghe leggere e depenalizzare il consumo anche individuale, evitando di riempire le carceri di piccoli spacciatori, di alimentare la microcriminalità e perseguitare tanti giovani.




Stefano Vinti

Inserito domenica 10 febbraio 2013


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4941967