11/04/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Fermiamo il "Cavillo di Troia" per l'invasione Barbarica degli OGM in Europa

Fermiamo il "Cavillo di Troia" per l'invasione Barbarica degli OGM in Europa
Tratto dal foglio informativo dell'associazione Le Vie della Salute - n.8 - 1/2009

Il nuovo Regolamento Europeo sull'Agricoltura Biologica (834/2007), che entra in vigore il 1 gennaio 2009, prevede possibili contaminazioni accidentali di OGM senza etichettatura, minacciando i Diritti Costituzionali Inviolabili (Salute, Ambiente, Libertà, Uguaglianza).

Nessuno vuol mangiare OGM, che non rispettanole Leggi Naturali e della Vita. Oggi le Madri e i Padri Italiani chiedono l'immediata moratoria "Civile" contro le produzioni ed importazioni di OGM e derivati, senza soglie di “(in)tolleranza” negli alimenti, né impossibili “coesistenze” di coltivazioni, per salvare la “Purezza” dell’Agricoltura e dell’Alimentazione Biologica e Tradizionale italiana, patrimonio dell'UNESCO, dal rischio di Irreversibile Contaminazione da OGM. E attenzione ai falsi “limiti di rilevabilità”... e ai trucchi e "cavilli di Troia" per nascondere tolleranze di OGM negli alimenti e nei semi. Dobbiamo garantire l'Assenza di OGM in Italia, applicando il Principio di Precauzione e la Clausola di Salvaguardia Nazionale e Sussidiarietà, sulla base dei risultati delle ricerche sui pericoli per la salute e l'ambiente, diritti inviolabile ai sensi degli Art. 32 e 9 della Costituzione, non delegati a nessun trattato internazionale. E introdurre responsabilità penali per chi contamina i prodotti biologici e tradizionali italiani e le sementi di qualsiasi natura, ovvero i detentori dei brevetti, concessionari e commercianti di OGM, con pagamento dei danni e delle bonifiche.

L'Italia deve adoperarsi per un Bando Mondiale contro l'introduzione nell'ambiente degli Organismi Geneticamente Manipolati.





Inserito mercoledì 7 gennaio 2009


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5577663