15/09/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Comuniucato stampa del 16 marzo 2013

Comuniucato stampa del 16 marzo 2013
Il Coordinamento regionale sulle energie rinnovabili chiede le dimissioni dell’assessore Rometti

Il Coordinamento, viste le forti proteste contro la localizzazione delle pale eoliche, del fotovoltaico a terra e degli impianti a biomasse, biogas e carbone, chiede le dimissioni dell’Assessore regionale Rometti.


Le proteste sono rimaste inascoltate e le decisioni sulla localizzazione degli impianti di produzione di energia rinnovabile continuano ad essere prese senza la preventiva partecipazione dei cittadini e senza tenere nel dovuto conto l’interesse generale alla tutela della salute, della biodiversità, del paesaggio e dell’ambiente umbro.


Il 16 marzo 2013 i trentacinque comitati ed associazioni sorti in Umbria per contestare la dannosa localizzazione degli impianti di energia rinnovabile riuniti nel “Coordinamento regionale sulle energie rinnovabili” hanno deciso di inviare una Lettera aperta alla Presidente della Giunta regionale e una Petizione al Consiglio regionale.


In particolare con la Lettera aperta chiedono le dimissioni dell’Assessore Rometti, anche per il conflitto di interessi dello stesso assessore; mentre alla Presidente Marini e alla Giunta regionale chiedono:

-di revocare la DGR n.40/2012 e la DGR n.494/2012 che hanno ridotto le distanze da rispettare nella costruzione degli impianti previste a tutela della salute dei cittadini;

- di recepire nel Regolamento regionale n.7/2011 relativo all’installazione di impianti di energia rinnovabile e nella Strategia regionale per la produzione di energia da fonti rinnovabili, la Convenzione di Aarhus sulla partecipazione preventiva dei cittadini al procedimento di approvazione degli impianti, la Convenzione europea sul paesaggio, la Convenzione sulla Diversità Biologica, la Strategia Nazionale sulla Biodiversità e la disciplina comunitaria in materia di Valutazione di Impatto Ambientale.


Con la Petizione al Presidente del Consiglio regionale della Regione Umbria e ai Consiglieri del Consiglio regionale della Regione Umbria chiedono di recepire nella normativa regionale la Convenzione di Aarhus, la Convenzione europea sul paesaggio, la Convenzione sulla Diversità Biologica, la Strategia Nazionale sulla Biodiversità e la disciplina comunitaria in materia di Valutazione di Impatto Ambientale.




Coordinamento regionale sulle energie rinnovabili

Inserito martedì 19 marzo 2013


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4815199