15/09/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La pace va percorsa!

La pace va percorsa!
Contro la guerra e l'indifferenza. Una settimana per la pace

29 settembre - 6 ottobre 2013

"Una catena di impegno per la pace unisca tutti gli uomini e le donne di buona volontà! l grido della pace si levi alto perché giunga al cuore di tutti e tutti depongano le armi e si lascino guidare dall'anelito di pace." Papa Francesco, 1 settembre 2013

La pace è in pericolo, fuori e dentro il nostro paese. E richiede il nostro impegno urgente. Un impegno personale, serio, maturo, non occasionale. Non servono eventi ma percorsi di pace. Percorsi che devono entrare a far parte della vita quotidiana di ciascuno e che dunque devono partire dai luoghi in cui viviamo, dalle nostre città.

Con questo spirito, invitiamo tutti ad aderire e partecipare alla Settimana della Pace che si svolgerà dal 29 settembre al 6 ottobre 2013.

Durante questa settimana celebreremo due giornate di grande significato:

- mercoledì 2 ottobre 2013 la Giornata internazionale della nonviolenza proclamata dall'Onu per ricordare la figura e il pensiero di un altro maestro della nonviolenza, il Mahatma Gandhi;

- venerdì 4 ottobre 2013 la Giornata Nazionale della pace, della fraternità e del dialogo istituita dal Parlamento in onore dei Santi Patroni speciali d'Italia San Francesco d'Assisi e Santa Caterina da Siena.

La Settimana della Pace si aprirà e si concluderà con due marce per la pace che si ispirano alla Perugia-Assisi. La prima si svolgerà domenica 29 settembre a Forlì e la seconda si svolgerà domenica 6 ottobre a Lodi.

La Settimana della Pace darà avvio al percorso che ci porterà alla prossima Marcia Perugia-Assisi che si svolgerà nell'autunno del 2014, nell'ambito del semestre di Presidenza italiana dell'Unione Europea. La Perugia-Assisi del 2014, che si svolgerà a 100 anni dalla Grande Guerra:
vogliamo che sia organizzata dai giovani, che sia l'occasione per consentire a tanti giovani di essere protagonisti di una grande iniziativa di pace, di scoprire il senso, il significato e il valore dell'impegno per la pace, la giustizia e i diritti umani, contro la globalizzazione dell'indifferenza, per la globalizzazione della fraternità;
vogliamo che sia l'occasione per dare avvio a nuovi percorsi di pace realizzati nelle città, nelle scuole e nei luoghi in cui viviamo;
vogliamo che sia una Marcia Europea per dare un nuovo impulso alla costruzione di un'Europa solidale e nonviolenta;
vogliamo che contribuisca al riconoscimento da parte dell'Onu del diritto umano alla pace.

Ma io cosa posso fare?

La Settimana della Pace può essere l'occasione per:

1. dare avvio al Programma nazionale di educazione alla cittadinanza democratica 2013-2014 "Sui Passi di Francesco" coinvolgendo le scuole, gli insegnanti e gli studenti;

2. organizzare un momento di riflessione sulle guerre in corso in Siria, nel Medio Oriente e nel resto del mondo o se possibile una vera e propria manifestazione per la pace;

3. organizzare un incontro-dibattito sulle proposte di pace e di nonviolenza di San Francesco e di Gandhi, sui valori della pace, della fraternità e del dialogo;

4. promuovere la Campagna internazionale per il riconoscimento del Diritto alla Pace;

5. promuovere la Campagna di Famiglia Cristiana contro il reato di clandestinità.

La Settimana della Pace è una proposta del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani organizzata in collaborazione con numerosi enti, gruppi e associazioni.

Per adesioni, informazioni e comunicazioni: Agenzia della pace, via della viola 1 Perugia Tel. 335.6590356 - 075/5736890 - fax 075/5739337 email: adesioni@perlapace.it - www.perlapace.it



Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace


Inserito sabato 28 settembre 2013


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4814859