23/03/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La E45 sarà autostrada

La E45 sarà autostrada
La classe politica parla di evento storico. In realtà di storico c’è solo la distruzione che il progetto provocherà nell'ecosistema regionale

Il Cipe (comitato interministeriale programmazione economica) ha approvato il progetto preliminare della trasformazione in autostrada della attuale E45. La classe politica accreditata parla di evento storico.

In realtà di storico c’è solo la distruzione che il progetto provocherà nell'ecosistema regionale fatto di montagne, colli, fiumi, boschi, laghi ecc…., paesaggio in cui si inseriscono patrimoni artistici di inestimabile valore fatti di centri storici grandi e piccoli così preziosi da essere immortalati nelle opere dei grandi pittori del Rinascimento.

Tutto questo perché? Per superare un isolamento ipotetico vista la grande affluenza di presenze in occasione di determinate manifestazioni di massa. Ma soprattutto per riprendere l’afflusso di finanziamenti pubblici prodotto dalla ricostruzione post terremoto.

In campo l’enorme speculazione fondiaria causata dal rapporto pubblico-privato attraverso il projet-financing, l’aumento del dissesto idrogeologico, le infiltrazioni malavitose attraverso il sistema degli appalti e subappalti ecc…. In breve l’Umbria non sarà più la stessa con la dolcezza dei suoi panorami, la spiritualità francescana ecc…

In tutto questo qual è il ruolo delle sovraintendenze al patrimonio paesaggistico monumentale? La Chiesa stessa con la buona novella del nuovo Papa e il concetto dell’inviolabilità del creato? Poche le voci contrarie come chi siede in Consiglio Regionale restando nella stessa maggioranza. Comitati e movimenti politici vecchi e nuovi perché non organizzano la mobilitazione?



Lauro Ciurnelli

Inserito domenica 10 novembre 2013


Commenta l'articolo "La E45 sarà autostrada"

Commenti

Nome: Franz
Commento: Non preoccupatevi, questo è solo un modo di far cassa delle tre Regioni. I lavori? Non faranno altro che costruire caselli e tappare alla meno peggio le migliaia di buche presenti lungo il percorso da Ravenna a Terni. Dobbiamo aver paura solo del nostro portafoglio...

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4547838