21/08/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Far rivivere la Sassaiola?

Far rivivere la Sassaiola?
Un sondaggio su fb

Come già nelle intenzioni espresse dall'associazione "Piazza grimana e dintorni", anche il Club Pallotta Perugia si associa alla volontà di far rivivere la giostra medioevale della "guerra dei sassi".
A tale fine il Club ha messo in rete un sondaggio onde verificare il parere dei perugini.
https://www.facebook.com/ClubViaDellaPallottaPerugia/posts/694914270520597



Club Pallotta Perugia

Inserito martedì 12 novembre 2013


Commenta l'articolo "Far rivivere la Sassaiola?"

Commenti

Nome: Franz
Commento: Bravo Luca, la penso come te, ma gli altri non sono dello stesso spirito. Però si lamentano se viene messo un capannone in piazza per quella robaccia di festa che privati organizzano in centro.

Nome: luca
Commento: 1:intanto non è da secoli che non viene fatta ma da molto meno 2:invece che con pietre si potrebbe fare con altri materiali 3:la festa storica manca tantissimo alla nostra città! pensateci bene

Nome: stefano
Commento: E già che non bastavano tutti questi grandi "Eventi" culturali o mangerecci a Perugia ci manca solo di far tornare in auge la sassaiola.. e sì perché siccome ogni città, ogni paese ha la sua annuale carnevalata (se si escludono una decina di rievocazioni storiche in tutt'Italia), anche Perugia, che si vede è rimasta indietro, vorrebbe ricreare una manifestazione di tal sorta, con tanto di turisti gaudenti, così i problemi dell'acropoli saranno sistemati una volta per tutte! Non vediamo l'ora...

Nome: Giorgio
Commento: Franz, rivuoi la sassaiola? Va' avanti tu, che ta me me vien' da ride

Nome: Marco
Commento: Caro Franz non vorrei rompere le sue granitiche certezze, ma la Sassaiola non è stata cancellata dai governi rossi del dopoguerra per sostituirla con Eurochocolate. Raffaele Rossi, Rasimelli non c'entrano niente. Sono centinaia d'anni che non c'è più e non solo lei, non c'è più nemmeno il grande campo dove si svolgeva. Comunque se lei ha voglia di rifarla penso che non ci siano problemi, di persone disposte a tirarle sassate penso che se ne troveranno. Perché le rievocazioni hanno un senso se sono serie e come non si potrebbe rievocare una corsa di cavalli con i cavallini di legno, non si potrebbe rifare la sassaiola senza sassi veri

Nome: Franz
Commento: E' veramente triste pensare che Perugia, città bella e storica del territorio, non abbia la sua manifestazione medioevale ! Però si è preferito incentivare la "Magnata" annuale di cioccolato, che attira solo golosi e disinteressati alla vera cultura italiana, o altre str... inventate da speculatori a danno della vera essenza della città. Tutto questo grazie ad amministratori pubblici, del passato del presente e forse del futuro, incapaci di gestire la città come sarebbe suo diritto.

Nome: Nicola
Commento: Invece di pensare a come far rivivere una cosa morta da secoli, non è meglio dedicare energie per far rimanere a Perugia il Festival del Giornalismo? A me sembrerebbero energie meglio spese

Nome: Pier Luigi
Commento: Non credo che Perugia, per ritrovare la propria identità, abbia bisogno di una rappresentazione come questa. Parliamoci chiaro, le feste popolari vere (Ceri a Gubbio, Palio a Siena, Sartiglia di Oristano ecc.) si svolgono ininterrottamente da secoli, far rivivere una festa interrotta secoli fa per me sarebbe un "accanimento terapeutico". E, una volta tanto, guardiamo al futuro. Le iniziative identitarie di oggi potrebbero essere la tradizione dei nostri nipoti

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4772214