19/05/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> 'Ebraismo: ricostruire dalle macerie'

'Ebraismo: ricostruire dalle macerie'
L’associazionismo ebraico e di amicizia verso Israele nelle informative di polizia: giovedì 21 novembre

Giovanni Codovini, Gabriella Mecucci e Gustavo Reichenbach, giovedì 21 novembre, ore 16.45, alla Sala Binni della Biblioteca Augusta, presentano il libro di Andrea Maori 'Ebraismo: ricostruire dalle macerie. L’associazionismo ebraico e di amicizia verso Israele nelle informative di polizia', edito da Stampa Alternativa, 2013.

In questa ricerca si pubblicano per la prima volta i rapporti del Ministero dell’Interno che riportano alla luce passaggi importanti della storia dell’ebraismo italiano e della Comunità ebraica di Roma a partire dal 1944 quando lo sforzo di ricostruzione di una comunità e di una identità ebraica è profondamente segnato dalla mostruosità della Shoah.

Il saggio di Marta Brachini, in appendice a questo lavoro, cerca di leggere questi passaggi storici da una prospettiva tutta italiana legata alla storia della sinistra antifascista e comunista che visse a lungo un rapporto conflittuale con la nascita di Israele. Le fonti analizzate sono “l’Unità” e “il Manifesto”, dal 1982 fino al 1991, anno della nascita del Partito democratico della Sinistra.

Giovanni Codovini è storico, Gabriella Mecucci è giornalista e saggista, Gustavo Reichenbach è presidente della comunità ebraica di Perugia.

Andrea Maori, laureato in scienze politiche ed archivista diplomato, da anni si dedica alla valorizzazione di archivi pubblici e privati.
Collabora con l'archivio di Radio Radicale. Tra le sue pubblicazioni: 'Attenta vigilanza. I Radicali nelle carte di Polizia (1953-1986)' del 2011, 'Dossier libertà controllata. Polizia, potere politico e movimenti per i diritti umani e civili (1945-2000)' del 2012, 'Notabili, spie e politica a Perugia. Pagine sparse da rapporti di polizia e carteggi (1923-1984)' del 2012, 'La discesa in campo di Comunione e Liberazione. Organizzazione, politica e collegamenti finanziari nei report del Ministero dell'Interno degli anni Settanta' del 2013.
È stato tra i fondatori dell'associazione Italia-Israele di Perugia.
Marta Brachini, giornalista pubblicista dal 2006, laureata in scienze politiche a Perugia, master in giornalismo internazionale presso il Centro Studi Americani di Roma, collabora con Radio Radicale.
È stata la prima presidente dell'associazione Italia-Israele di Perugia.

'Nel giro di poco tempo, mano a mano che la vita riprendeva la sua normalità, sorsero a Roma, dopo l'arrivo degli Alleati, diverse organizzazioni ispirate al sionismo: la Federazione Sionistica Italiana, l'Associazione per la lingua e la cultura ebraica, il Centro giovanile ebraico.'




Inserito venerdì 15 novembre 2013


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4644800