19/01/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La Novelli discrimina le lavoratrici?

La Novelli discrimina le lavoratrici?

comunicato stampa Cobas Usb Umbria

L'azienda Novelli sembra riprendere l'attività e ritornare ad assumere: sicuramente una bella notizia. Tuttavia, senza voler minimamente scatenare la classica "guerra tra poveri", è palese la discriminazione da parte della ditta nei confronti di coloro che hanno lavorato, in maniera pressochè continuativa, anche per più di 10 anni.

C'è da premettere che a tali (soprattutto) lavoratrici venivano applicati del tutto artificiosamente dei contratti stagionali dell'agricoltura, quando invece erano addette a svolgere delle mansioni su impianti automatizzati.

E' del tutto evidente che con l'agricoltura nulla avevano a che fare, ma il contratto agricolo si prestava con facilità alla possibilità, per l'azienda, di interrompere il contratto semplicemente non rinnovandolo alla scadenza. Così è avvenuto ad inizio anno 2013 quando la Novelli ha dato il benservito a decine di lavoratrici disinterressandosi della programmazione di una vita familiare (per esempio attivazione di mutui), della tutela della maternità e del fatto che non ci sarebbero stati ammortizzatori sociali.

Tutto questo è avvenuto senza che i sindacati interni e territoriali di Cgil-Cisl-Uil si opponessero concretamente (con esponenti aziendali addirittura impegnati a "tenere buoni" i lavoratori in scadenza di contratto).
Alcune lavoratrici, lese nella propria dignità si sono rivolte al Sindacato di Base che ha cercato di tutelarle con una richiesta d'incontro alla ditta Novelli che non si è degnata neanche di rispondere.

Sicuramente per un'azienda "leader in Europa" non è una bella pubblicità.
Spiegare i motivi e i criteri per delle scelte industriali e di indirizzo nelle assunzioni non dovrebbe essere difficile se si è sereni ed in buona fede.
Diverso è l'atteggiamento se si ritiene illegittimo farsi difendere per delle presunte violazioni dei propri diritti. A questo punto una domanda è d'obbligo: la proprietà dell'azienda Novelli, non ascoltando le ragioni di coloro che tanti anni con professionalità hanno prestato la propria opera e dei loro rappresentanti, nasconde forse qualcosa?
 



Cobas Usb Umbria

Inserito sabato 21 dicembre 2013


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4451218