23/03/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Orte-Mestre: opera devastante

Orte-Mestre: opera devastante
Lascerà solo devastazione e pedaggio. Destra e sinistra unite da una visione cementizia dello sviluppo. Importante movimento di contrasto a un progetto che non porterà alcun vantaggio all'Umbria

"E' importante che si inizi a organizzare un forte movimento di
contrasto alla trasformazione della E45 in autostrada. Il fatto che
qualcuno si assuma la responsabilità di informare i cittadini su
un'opera di queste dimensioni è da accogliere con grande favore e
disponibilità. Quest'opera non porterà alcun vantaggio all'Umbria, ma
solo devastazione ambientale e pedaggio a carico dei cittadini". È
quanto ha sostenuto il consigliere regionale Oliviero Dottorini,
presidente di Umbria Migliore, intervenendo alla partecipata assemblea
popolare organizzata dal movimento "9 dicembre" a Perugia, presso la
Sala dei Notari.
"L'Umbria - spiega Dottorini - ha bisogno di mettere in sicurezza una
E45 che ormai versa in condizioni pietose e di terminare le mille
opere incompiute che divorano risorse pubbliche senza dare frutti.
Occorre potenziare e modernizzare la nostra rete ferroviaria,
rendendola degna di una regione e di un paese civile. Ma tutto questo
non figura tra i progetti del governo che preferisce invece, con il
colpevole avallo del nostro Consiglio regionale, mettere mano a un
progetto faraonico e anacronistico mettendolo a carico dei
contribuenti attraverso il pedaggio. A farne le spese saranno i tanti
pendolari che ogni giorno sono costretti a spostarsi per andare al
lavoro e in generale tutti coloro che hanno puntato sull'immagine del
'cuore verde d'Italia' per dare impulso alle proprie prospettive
turistiche e imprenditoriali. Purtroppo destra e sinistra, unite da
una visione cementizia dello sviluppo, sembrano folgorate dal miraggio
di un'opera che lascerà all'Umbria soltanto devastazione ambientale e
pedaggio a carico dei cittadini. Per questo è importante che i
cittadini comincino a conoscere i numeri e gli impatti di questo
assurdo progetto, facendo sentire la propria voce".
                                          




Oliviero Dottorini

Inserito lunedì 24 febbraio 2014


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4547904