14/11/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> I burattini e le carte perugine. Gran finale per il Bartoccio

I burattini e le carte perugine. Gran finale per il Bartoccio
Sabato 1 marzo. Grande spettacolo di burattini di Mirabassi alla Sala dei Notari, e le nuove Carte perugine del Bartoccio a P. S. Angelo

Le Giornate del Bartoccio 2014 (dedicate a Marco Vergoni)

Le Giornate del Bartoccio 2014 vanno verso una conclusione alla grande, dopo le tante iniziative di successo che hanno caratterizzato l’edizione di quest’anno: e la conclusione sarà sabato 1 marzo, un giorno che coincide con l’antica festa di Ercolano, defensor civitatis: una festa civile (la festività religiosa di Sant’Ercolano è stata spostata a novembre), che anche la Società del Bartoccio intende celebrare, s’intende a suo modo.
Ed infatti, la festa comincerà alle ore 16,30, alla Sala dei Notari, dove si terrà il Grande spettacolo dei burattini dal titolo Il Bartoccio estraterrestre, organizzato a cura di Tieffeu su testi di Renzo Zuccherini, con l’allestimento e la sapiente regia di Mario Mirabassi. I disegni sono di Marco Vergoni; gli attori sono Paride Cardinali, Anna Giulia Romani e Samuele Salamone; all’organetto Giuseppe Fioroni. Al termine dello spettacolo, il cantante Gianfranco Gonnella riproporrà al pubblico la canzone del Trescone del Bartoccio, già presentata sabato scorso nello spettacolo delle Nuove canzoni perugine.
E’ il terzo anno consecutivo che la compagnia Tieffeu di Mirabassi allestisce lo spettacolo del Bartoccio a conclusione delle Giornate del Bartoccio, riprendendo e attualizzando la tradizione delle Bartocciate. In questi anni, Mirabassi ha realizzato gli straordinari e divertentissimi burattini, di grande formato, del Bartoccio, della Rosa e dei loro strampalati compagni, come Mencarone, Rubbagaline, il dottor Magnamaco, Truffarello, l’onorevole Trippapiena, il curato don Prospero, padron Canappa, il maresciallo Schioppetto, e così via, in farse e situazioni comiche che riflettono la vita di oggi, e che il Bartoccio risolve alla sua maniera, cioè con il suo metaforico bastone. Tra i burattini, compaiono anche noti personaggi della città: anno scorso, ad esempio, si è visto il sindaco alle prese con l’ambientalista Ciurnello. Lo spettacolo, dopo il successo alla Sala dei Notari, è stato portato in numerose sagre e feste locali, riscuotendo sempre un grande favore da parte del pubblico.
Che cosa combinerà quest’anno il vulcanico e irriverente Bartoccio? Ovviamente non lo possiamo rivelare, ma diciamo solo che nelle sue farse compaiono altri noti personaggi cittadini, amministratori, uomini politici e imprenditori, messi in satira dalla maschera perugina.

Altro importante appuntamento è per le ore 18,30 alla Associazione Vivi Il Borgo, C.so Garibaldi 137, quando saranno presentate al pubblico Le carte perugine del Bartoccio, disegnate dal compianto Marco Vergoni su progetto di Renzo Zuccherini (ed. Futura, Perugia); si tratta di una “traduzione” perugina delle classiche carte Piacentine, ridisegnate da Vergoni con i simboli, i modi di dire, i monumenti della città di Perugia.
Ovviamente, per sperimentare le nuove carte Perugine sarà indetto un grande torneo di briscola con ricchi premi offerti da Cantine Perusia, Birra Perugia, Futura edizioni, ed altri patrocinanti.

Infine, per concludere degnamente una così densa giornata, tutti sono invitati a partecipare alle ore 20,00, presso l’Associazione Vivi Il Borgo in corso Garibaldi 137, alla cena del Bartoccio al Borgo d’Oro (prenotazione obbligatoria: tel 340 2831959),  preparata sotto l’esperta guida di Primo Tenca.



La Società del Bartoccio


Inserito venerdì 28 febbraio 2014


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4900582