17/04/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Bambini inquinati?

Bambini inquinati?
Tratto dal foglio informativo dell'associazione Le Vie della Salute n.9 - 2/2009

BAMBINI INQUINATI? MEDICI PER L'AMBIENTE E PEDIATRI

ALLEATI PER IL DIRITTO DEI BAMBINI A UN AMBIENTE SALUTARE


Protocollo d’intesa tra l’Associazione Medici per l’Ambiente Italia e l’Associazione Culturale Pediatri



28 gennaio 2009 - Oggi è stato firmato a Firenze, un protocollo d’intesa tra l’Associazione Medici per l’Ambiente - ISDE Italia e l’Associazione Culturale Pediatri (ACP) per la tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ad un ambiente salutare.

In Europa un terzo delle malattie dai zero ai 18 anni è riconducibile a fattori ambientali ma, attraverso interventi mirati, gran parte di questi rischi potrebbero essere evitati. Per i medici dell'ISDE e i pediatri dell'ACP è prioritario allearsi per:

  • sensibilizzare e informare correttamente le istituzioni locali e nazionali, i genitori e gli insegnanti sui rischi ambientali e su cosa può essere fatto per proteggere i propri figli,

  • formare pediatri e medici di medicina generale sulle patologie legate al rischio ambientale e le loro modalità di prevenzione,

  • intervenire con dei progetti locali per un ambiente salutare.

"Il protocollo formalizza una collaborazione già in atto in atto da diversi da anni con l'ISDE e conferma l'impegno dell'ACP nella tutela della salute del bambino e dell'adolescente nei confronti dell'inquinamento ambientali”, ha commentato Michele Gangemi, Presidente dell'Associazione Culturale Pediatri. “Segna un punto importante, anche a seguito dell'alleanza già siglata con Unicef Italia, nella realizzazione di una delle quattro priorità per la tutela del bambino e delle famiglie: le conseguenze sulla salute dei bambini dei problemi ambientali (inquinamento, alimentazione e Ogm)”. 

Da alcuni anni l’attenzione di molti medici, tanto in ISDE internazionale che in ISDE Italia, è rivolta al bambino, in ragione della particolare sensibilità dell’organismo in via di sviluppo agli agenti inquinanti presenti in ambiente e nelle catene alimentari”, ha sottolineato Roberto Romizi, Presidente dell'Associazione Medici per l’Ambiente - ISDE Italia. “Riteniamo che la collaborazione tra  ACP e Isde, già importante sul versante della formazione e dell'informazione, in ordine alle principali tematiche ambientali  e alle strategie per la salute globale, debba trasformarsi in un’alleanza sempre più profonda, anche sul versante della ricerca nell’ambito dell’epidemiologia e della cancerogenesi ambientale”.

Tra le azioni prioritarie previste dal Protocollo, vi sarà la produzione di materiale informativo per le famiglie, gli insegnanti e le amministrazione, una sensibilizzazione delle Istituzioni e la formazione dei medici sul rapporto tra ambiente e salute infantile.

Per maggiori informazioni:

Michele Gangemi, Presidente ACP – 340.8128908 presidente@acp.it 

Giacomo Toffol, gruppo “Pediatri per un mondo possibile”, ACP giacomo@giacomotoffol.191.it 

Laura Tonon, Addetto stampa – 349.2806565 ufficiostampa_acp@tiscali.it   

Roberto Romizi, Presidente ISDE Italia – isde@ats.it 







ACP - Associazione Culturale Pediatri 

L’Associazione Culturale Pediatri (www.acp.it) è un’associazione libera che raccoglie 2500 pediatri italiani in 38 gruppi locali, finalizzata allo sviluppo della cultura pediatrica ed alla promozione della salute del bambino.

Quattro le priorità dell'Associazione nel percorso intrapreso per la tutela dei bambini e dei genitori : 

  1. le disuguaglianze nella salute dei bambini e degli adolescenti dipendenti da condizioni territoriali economiche e culturali;

  2. la salute mentale dei bambini e negli adolescenti;

  3. le conseguenze dei problemi dell'inquinamento dell'ambiente sulla 
    salute dei bambini (rapporto fra qualità dell’ambiente e salute dei bambini (inquinamento, alimentazione e Ogm);

  4. l'aiuto alle famiglie perché cresca la capacità di essere genitori. 

La mission principale delll'ACP riguarda la formazione e l'aggiornamento dei pediatri.  L’Associazione è inoltre impegnata in attività di ricerca nell’ambito delle cure primarie e del settore ospedaliero e in aree ancora poco esplorate del mondo dell’infanzia (le humanities). L'ACP collabora con il Centro Nazionale di Documentazione sull'Infanzia e l'Adolescenza della Presidenza del Consiglio e ha contribuito alla formulazione del Piano Sanitario Nazionale ed alla Commissione Nazionale sull'Abuso e il Maltrattamento.

All'interno dell'Associazione si è formato un gruppo di lavoro nato “Pediatri per un mondo possibile” (http://pumpacp.blogspot.com/) attivamene impegnato sul tema del rapporto fra ambiente e salute del bambino.

 

ISDE - Associazione Italiana Medici per l'Ambiente

L'Associazione Italiana Medici per l'Ambiente (www.isde.it) è nata per stimolare l'impegno dei medici per la salvaguardia dell'ambiente sia in quanto medici che abitanti della terra. Dal momento che i rischi per la salute sono inequivocabilmente legati  al degrado ambientale e agli stili di vita, i medici devono orientare il loro ruolo professionale e civile per promuovere la salute anche attraverso scelte di tutela ambientale; oggi infatti, l'inquinamento dell'ambiente di vita e di lavoro è sempre più spesso causa o motivo di aggravamento di numerose patologie.

Con la nascita dell'ISDE Italia si è voluto valorizzare il ruolo di interfaccia che il medico può svolgere tra il mondo della ricerca scientifica e quello dei tecnici che si occupano di salute, per una corretta diffusione delle conoscenze relative ai problemi della salute legati all'ambiente.






Inserito mercoledì 4 febbraio 2009


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5586068