12/12/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il comune di Perugia fa mangiare i bambini delle scuole materne su piatti fabbricati in Cina

Il comune di Perugia fa mangiare i bambini delle scuole materne su piatti fabbricati in Cina
Chi garantisce l’assenza di pesticidi o sostanze tossiche che potrebbero rilasciare questi piatti cinesi?
Il fatto
Piatti di “polpa di cellulosa” fabbricata a partire da chissà quali colture e con quali metodi nella lontana Cina, con una scheda tecnica non riferita al lotto attualmente in uso. E’ questa l'altra faccia -quella deteriore -della sperimentazione fortemente voluta dal comune stravolgendo il progetto del comitato IdeAzioni Civiche, che puntava solo al ripristino dei piatti in ceramica e delle lavastoviglie nelle mense scolastiche del comune di Perugia e di adottare, in attesa del ripristino, un kit di piatti da lavare a casa.
Purtroppo gli intenti del progetto originario -che mirava non solo all'eliminazione dellaplastica ma di tutto l'usa e getta e dei rifiuti prodotti -sono stati in parte distorti, con l'esito sopra descritto.
Le cavie inconsapevoli della sperimentazione sono i bambini della scuola materna di Civitella Benazzone e di Fratticiola Selvatica. Chi garantisce l’assenza di pesticidi o sostanze tossiche che potrebbero rilasciare questi piatti cinesi?

Diffida (intimidatoria?)
Le foto che ritraggono gli scatoloni della ditta produttrice delle stoviglie in polpa di cellulosa, con la chiara dicitura "Made in PRC" (Repubblica Popolare Cinese), dovevano corredare un breve reportage di un sopralluogo. Purtroppo il Comune di Perugia si è preoccupato istantaneamente che non fossero divulgate, inviando in tempi record una diffida al comitato IdeAzioni Civiche che si può leggere di seguito. Coda di paglia? Chissà... Certo, se la stessa tempestività fosse stata usata nel richiedere alla ditta una certificazione effettivamente riferita ai lotti acquistati,epoi nell'informare gli ignari genitori,oppure per mandarci i dati relativi alla refezione scolastica del nostro Comune (le varie tipologie, costi, quantità di rifiuti prodotti per ciascuna tipologia, ecc., tutti dati che chiediamo ormai da più di un anno ricevendo solo promesse e dilazioni, ovvero nessuna informazione concreta),si sarebbe data prova di ben diversa attenzione per la salute pubblica.

Ciliegina sulla torta
Abbiamo avuto sentore che la GESENU intende organizzare entro l’anno scolastico una giornata dedicata alla glorificazione del compost prodotto coi piatti monouso nelle due scuole dove è stata sperimentata la polpa cellulosa. Secondo noi si dovrebbe ugualmente glorificare l’ASSENZA DI RIFIUTI nelle due scuole dove è stato adottato il kit da lavare a casa. Ma si sa, la GESENU guadagna coi rifiuti, non con la loro riduzione.

Pertanto la nostra domanda finale è: a settembre 2014 i bambini su quale tipo di piatti mangeranno?

IdeAzioni Civiche - Perugia

Inserito giovedì 22 maggio 2014


Commenta l'articolo "Il comune di Perugia fa mangiare i bambini delle scuole materne su piatti fabbricati in Cina"

Commenti

Nome: Loredana
Commento: Non ho parole per definire questa vicenda, di sicuro ci sarà qualcuno che griderà al complotto, ma questa diffida è davvero vergognosa e avvalora sempre di più la mia tesi: l'intimidazione è l'arma usata da chi ha paura che la verità venga a galla e che saltino poltrone e poltroncine!!!!

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4945960